Cronaca

Documenti falsi per i bimbi africani, indagini sulle adozioni illegali

Per ora, i carabinieri hanno sgominato un’organizzazione che vendeva documenti falsi a prezzi esiorbitanti ad africani che, attraverso l’Italia, espatriavano nel Regno Unito, in Svezia e in Canada. I militari, però, continuano ad indagare. Perchè nel traffico di esseri umani erano coinvolti anche bambini. E al momento non si può escludere la pista delle adozioni illegali.

L’operazione, denominata “piccoli angeli”, per ora si è conclusa con 27 indagati che operavano tra Roma, Milano e Cosenza. A capo dell’organizzazione internazionale, un cittadino eritreo che aveva stabilito la base logistica nella Capitale. Decine le perquisizioni in corso in Lombardia, Lazio, Campania e Calabria. Sotto la le lente d’ingrandimento anche due agenzie di viaggio e un ristorante utilizzati con varie finalità dai criminali.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo