img_big
Cronaca

Grosseto: morto il 13enne che cercava fumetti nel cassonetto

Non ce l’ha fatta il 13enne che mercoledì a Manciano (Grosseto) era rimasto schiacciato dal portellone di un cassonetto dei rifiuti, dove era entrato per cercare dei fumetti. Il ragazzino era ricoverato in rianimazione a causa di un prolungato soffocamento all’ospedale Le Scotte di Siena. Le condizioni del ragazzino si erano ulteriormente aggravate e ieri sera, alle 20.15, era cominciato l’accertamento di morte cerebrale, poi dichiarato alle 2.15.

La prima a soccorrerlo era stata la madre: il bambino, incastrato nel contenitore, era privo di sensi. I sanitari del 118 lo avevano rianimato con un massaggio cardiaco, poi il trasporto all’ospedale di Siena con elisoccorso. La magistratura ha disposto l’autopsia.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo