img_big
Spettacolo

Elena Barolo, progetti futuri tra lavoro e famiglia

Quando ci si trova di fronte l’ex velina Elena Barolo la prima cosa che colpisce è il viso da bambola: morbidi capelli biondi, grandi occhi azzurri e un sorriso perfetto. Non è un caso che Antonio Ricci l’abbia rivoluta l’anno scorso nel cast del suo tg satirico, nelle vesti di inviata. E non stupisce che l’abbia riconfermata anche per questa edizione. Incontrata alla sfilata di Blugirl, ci ha raccontato dei suoi progetti, dei suoi sogni e della sua relazione di coppia.
Cosa rappresenta per lei il mondo della moda?
«Mi piace da quando sono teenager: ho comprato la prima copia di “Elle” a 12 anni e la prima di “Vogue” a 14. E oggi non mi limito alle riviste italiane, ma acquisto anche quelle straniere».
Le compra per ispirarsi nella scelta dei capi da indossare?
«Non solo. Accarezzo il sogno di diventare una giornalista di moda e studio le riviste in questa logica. Tra l’altro ormai da cinque anni collaboro con alcune testate, con grande soddisfazione».
Che cosa non può mancare nel suo armadio?
«Le scarpe con il tacco e le sneaker».
E cosa non le vedremo mai addosso?
«Nel mio armadio c’è di tutto, per vestirmi a seconda dell’umore».
Milano o Parigi capitale della moda?
«Io dico Milano, per sano campanilismo».
Il make-up per lei è importante?
«Mi diverte truccarmi, soprattutto la sera. Mi piace giocare con i colori e cambiare look grazie al make­up. La mattina, invece, preferisco un viso acqua e sapone, se non in occasioni speciali».
Che cos’è per lei la bellezza?
«La bellezza dell’animo, che poi si riflette sul corpo».
Che cosa pensa del lifting?
«Non fa per me, almeno per adesso, ma non la demonizzo. E se una donna ne ha bisogno per essere più felice, se la fa vivere meglio, perché no?».
Che progetti l’aspettano per questo autunno?
«Settimana prossima torno a fare l’inviata a “Stri ­scia la notizia” e da metà ottobre inizierò le riprese di “Impepata di nozze”, una commedia ambienta­ta a Napoli in cui recitano anche Marisa Laurito e
Paolo Caiazzo ».
Che ruolo avrà?
«Sono la protagonista. Interpreto una ragazza mi­lanese che scende a Napoli per sposarsi, ma che poi viene travolta da una serie di inconvenienti e alla fine cambierà fidanzato».
Ha qualcosa in comune con il suo personag­gio?
«Solo il fidanzato napoletano ( l’imprenditore Gio ­vanni D’Antonio, ndr) ».
E a lei piacerebbe sposarsi?
«Da bambina più che l’abito bianco, sognavo di metter su famiglia. Oggi non escludo di sposarmi: il matrimonio è sempre un momento speciale. Detto questo, preferisco avere una vita di coppia pazzesca che un matrimonio pazzesco».
Quanti figli desidera?
«Almeno due: mi piacciono le famiglie numero­se ».
Oggi qual è il suo stato d’animo?
«Sono felice e soddisfatta».
Il suo sogno nel cassetto?
«Se lo dico ho paura che poi non si realizzi».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo