img_big
Spettacolo

Miss Italia fa il boom solo sul web e Mirigliani attacca la Rai

“Non si fanno le nozze con i fichi secchi”. Così la ‘patron’ di Miss Italia, Patrizia Mirigliani, commenta il calo di ascolti della prima finale del concorso in diretta ieri sera su Raiuno (stasera la finalissima). “Miss Italia e Sanremo sono le due trasmissioni più importanti della Rai – spiega – perchè allora Miss Italia non può avere gli artisti che ci sono a Sanremo e un investimento all’altezza? Noi consegniamo alla Rai un grande prodotto, fatto di belle ragazze selezionate in 600 appuntamenti durante tutto l’anno in tutto il Paese, portiamo sponsor insieme ai nostri 72 anni di storia, ma la Rai non traduce tutto questo in un prodotto televisivo adeguato: bisogna invece lavorarci per bene da un anno prima, non all’ultimo momento”.

E suggerisce un raccordo tra gli autori del programma e chi si inventa Miss Italia in tutti i formati. Perchè sul web il concorso va alla grande: “2.000 visualizzazioni al giorno per i video delle miss, 13.000 contatti per la pagina Facebook appena aperta, su Twitter ieri eravamo al primo posto di categoria”.

Tra le critiche, la Mirigliani sbotta anche sul “presidente che non c’è: mi sono rotta le scatole”, esclama. Il riferimento è all’attrice Ines Sastre, annunciata prima come madrina, poi come madrina che avrebbe incoronato la nuova reginetta e poi come presidente della giuria di spettacolo, ovvero quel ruolo di ‘presidentissimo’ che a Miss Italia è stato anche di star come Sylvester Stallone, Sophia Loren, Alain Delon o Bruce Willis.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo