img_big
Spettacolo

Ranieri, Metha e Battiato, tris di sold-out per MiTo

Zubin Metha, Massimo Ranieri e Franco Battia­to: con i big della musica classica e della canzone d’a u­tore italiana MiTo Settembre Musica entra nel vivo ed è subito sold out. Tutto esaurito oggi e domani per il concerto diretto dal maestro di Bombay a ll ‘ Auditorium Giovanni Agnelli del Lingotto e per quelli di musica contempora­nea al Palasport Olimpico Iso­zaki.

Sarà Giovanni Calone, in arte Massimo Ranieri, a salire que­sta sera alle 21 sul palco di corso Sebastopoli 123 con uno speciale show ideato espressa­mente per MiTo. Il suo ” Con­certo”, che prende il posto di quello di Cristiano De Andrè, annullato alcuni mesi fa a se­guito del forte ritardo nella registrazione del nuovo disco del cantautore genovese, pre­vede un’ampia selezione di canzoni del repertorio classico partenopeo, inframmezzate da brani famosi, quelli che hanno contrassegnato la lunga carrie­ra del versatile artista di Napo­li: da ” O surdato innamorato” a ” Reginella”, da ” Ti voglio bene assai” a ” La voce nel silenzio”, da ” Erba di casa mia” a ” Rose rosse”.

Per i cultori della musica colta occidentale, invece, l’appuntamento per questa sera è all’Au­ditorium di via Nizza 280 do­ve, sempre alle 21, la Israel Philharmonic Orchestra gui­data dalla bacchetta di Zubin Metha proporrà musiche di Albéniz (” Ibéria”), di Rimskij­Korsakov (” Capriccio spagno­lo op. 34″), di Debussy (” I b é­ria, da ” Images” per Orche­stra), fino al famosissimo Bolé­ro di Ravel. Un gemellaggio, quello tra l’orchestra fondata dal grande violinista ebreo di origine polacca Bronislaw Hu­berman e il musicista indiano che dirige regolarmente al Co­vent Garden, alla Scala di Mi­lano, alla Staatoper di Vienna, al Maggio Fiorentino e al Festi­val di Salisburgo, sancito an­che in via ufficiale: Zubin Me­tha, infatti, è stato nominato a vita direttore musicale dell’or­chestra e « qui rimarrò » , come ha detto egli stesso, « finché i musicisti mi vorranno».

Domani, invece, ancora porte aperte al Palaisozaki, questa volta per raccontare la storia artistica di un autore che ha attraversato 40 anni di musica italiana passando dalle canzo­ni di protesta davanti alle scuole alla musica sperimenta­le, all’avanguardia colta, al pop. È di Franco Battiato il concerto ” Up patriots to ar­ms”, titolo che prende spunto dal primo successo commer­ciale dell’artista catanese, un brano pubblicato nel 1980 con etichetta Emi Italiana. Ad apri­re l’esibizione di Battiato sarà Arisa, la cantante lucana che con la sua band farà rivivere grandi successi della musica pop, come ” Personal Jesus” dei Depeche Mode o ” Liberi Liberi” di Vasco.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo