img
Spettacolo

Le confessioni di Claudia Borroni: «Grazie alla televisione ho trovato il vero amore»

Si sono fidanzati qualche giorno dopo San Valentino, dopo sei mesi ininterrotti di corteggiamento sotto i riflettori di “Uomini e donne”. Da allora Claudia Borroni, 29 anni, e Samuele Nardi, 32 anni, non si sono più separati. E nei giorni scorsi, a Menfi, in provincia di Agrigento, il tronista e la corteggiatrice si sono impegnati a diventare marito e moglie con una promessa formale di matrimonio, ovvero una festa di fidanzamento ufficiale, organizzata alla presenza di quattro testimoni: Massimiliano Caroletti, Eva Henger, George Leonard e Carmela Gualtieri.

Dopo la promessa di matrimonio, a quando le nozze vere e proprie?
«Non abbiamo fretta, anche se sogniamo di sposarci e di metter su famiglia».

È stato un colpo di fulmine tra lei e Samuele?
«Sì, assolutamente. Ero molto perplessa all’idea di partecipare al programma, ma dopo aver conosciuto Samuele in occasione dell’appuntamento al buio non ho avuto dubbi».

Che cosa l’ha colpita di lui?
«All’inizio l’aspetto fisico: rappresenta il mio uomo ideale. In un secondo tempo, le affinità caratteriali. Oggi mi piace la sua dolcezza e il senso di protezione che mi trasmette».

Ma perché aveva fatto richiesta di partecipazione a “Uomini e donne”?
«Mi sono lasciata influenzare da mia sorella, appassionata fan del programma, che insisteva perché partecipassi visto che ormai ero single da due anni».

E alla fine si è divertita nei panni di corteggiatrice?
«No: ho sofferto come una matta. Il divertimento è un’altra cosa: ho perso 7 chili in sei mesi a causa dello stress».

Nelle riprese esterne è rimasta influenzata  dalla presenza delle telecamere?
«No, per nulla. Gli operatori tv erano molto discreti e io sono riuscita a essere me stessa. Discorso diverso per le riprese in studio, dove invece sentivo gli occhi del pubblico puntati addosso».

In generale preferisce corteggiare o essere corteggiata?
«Preferisco essere corteggiata, tanto che Samuele dice sempre che è merito suo se stiamo insieme e che è stato lui a farmi il filo».

È vero?
«Sì, anche se io avevo catturato la sua attenzione giocando con lo sguardo, come del resto faccio abitualmente quando mi piace un uomo».

Quanto è cambiata la sua vita da quando sta con Samuele?
«Moltissimo. Conviviamo insieme a Milano e sono molto felice. Samuele mi completa e mi fa stare bene».

Che cosa ha imparato a sopportare di Samuele?
«La sua impazienza, ma per fortuna tra noi c’è molto dialogo e ogni problema viene risolto senza difficoltà».

Oggi qual è la sua ambizione professionale?
«Vorrei tornare a lavorare con Ale & Franz, con cui ho fatto “Buona la Prima”, o partecipare di nuovo a un programma ironico come “Scorie”. Inoltre sto coltivando un progetto musicale, dopo l’uscita del singolo “Welcome to Miami”».

In che ruolo si vedrebbe?
«Vorrei fare la conduttrice televisiva».

E prima di partecipare a “Uomini e donne” che cosa faceva?
«Conducevo un gioco per Sky, che veniva trasmesso in diretta. Ma presto ho dovuto rinunciare all’impegno, non era gestibile».

La partecipazione a “Uomini e donne” è remunerata?
«Assolutamente no, è a titolo gratuito. E infatti ho perso soldi e lavori per partecipare. Ma, come recita un famoso  proverbio, al cuore non si comanda».
 
Nicole Cavazzuti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo