img_big
Cronaca

Undici anni, uccisa e abbandonata nuda in un sacchetto di plastica

Le speranze di ritrovarla viva si sono fermate sul ciglio di un’autostrada argentina. Candela Sol Rodriguez è stata uccisa a 11 anni, il suo cadavere senza vestiti chiuso in un sacchetto di plastica e abbandonato accanto ad un guard rail. Era svanita nel nulla nove giorni fa mentre andava in parrocchia per la riunione degli scout nel quartiere Hurlingham di Buenos Aires, e 1.600 poliziotti si erano messi sulle sue tracce. Dopo la  scomparsa la madre aveva ricevuto alcune telefonate minacciose.  «Se non pagate entro la fine della settimana – aveva detto una voce anonima – la bambina sarà sacrificata». Ma la pista del sequestro a scopo estorsivo è soltanto una di quelle seguite dagli investigatori. Tra le ipotesi, infatti, resta in piedi quella di una vendetta nei confronti del padre, attualmente in carcere per il furto di un camion. Gli argentini, appresa la notizia, si erano mobilitata con appelli e manifestazioni per la sua liberazione. Adesso il Paese è sotto shock.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo