Cronaca

Disoccupazione stabile, ma ad agosto vola l’inflazione: +2,8%

L’inflazione raggiunge livelli record, toccando il valore più alto da ottobre 2008. Lo rileva l’Istat, secondo cui si è passati dal 2,7% di luglio al 2,8 di agosto. Nello stesso periodo, i prezzi al consumo sono cresciuti dello 0,3%, trainati principalmente dall’andamento dei beni energetici non regolamentati e dai servizi relativi ai trasporti, cresciuti dello 0,9% rispetto a luglio e del 15,5% rispetto all’agosto 2010.

La benzina in particolare ad agosto è aumentata dell’1,1% congiunturale e del 16% rispetto ad agosto 2010. Un impatto significativo sull’andamento complessivo dei prezzi è stato dato anche dai servizi relativi ai trasporti con un aumento dei prezzi del 2,5% rispetto a luglio e del 5,7% rispetto ad agosto 2010.

Stabile invece il tasso di disoccupazione che a luglio si è fermato all’8%, come nel mese di giugno e in calo di 0,3 punti rispetto a luglio 2010. «Si è arrestata l’emorragia dei posti di lavoro causata dalla crisi – spiegano i tecnici dell’Istat – ma non emerge ancora la ripresa». La lieve crescita del numero degli occupati (36 mila in più rispetto a giugno, 88 mila in più rispetto a luglio 2010), secondo l’istituto di statistica, a fronte di un tasso di occupazione che è rimasto stabile al 56,9% per il terzo mese consecutivo, si spiega con l’aumento proporzionale della popolazione nella fascia 15-64 anni.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo