img_big
Spettacolo

Clooney a Venezia: “Ecco i segreti del mio film” (foto)

“Tutti i miei film sono personali ma “Le idi di marzo” è personale ma non politico, l’avrei potuto ambientare a Wall Street. È un film sulla moralità”, ha detto George Clooney, protagonista questa sera dell’apertura della mostra del cinema di Venezia con il film Le idi di marzo, che uscirà a metà gennaio in Italia distribuito da 01. “Sei disposta a venderti l’anima per raggiungere un obiettivo? Questo è il cuore del film” sottolinea Clooney nella conferenza stampa ufficiale alla quale, davanti a una sala tutta esaurita, ha sfoggiato il migliore dei suoi sorrisi.

Clooney ha spiegato che questo film lo ha cominciato a pensare nel 2007, “poì è stato eletto presidente Obama e tutti erano così ottimisti e questa sceneggiatura era così cinica che ci siamo resi conto che non era il film del momento ed è stato rimandato per qualche tempo”. Per il futuro il liberal e democratico Clooney dice di essere ancora “ottimista che le cose andranno avanti per il meglio”. Quando dalla sala una giornalista chiede se consiglierebbe Le idi di marzo (in cui nella storia dietro le quinte di una campagna elettorale del Partito Democratico in Usa c’è anche uno scandalo sessuale, ndr) a Domenique Strauss-Kahn, Clooney risponde: “ogni paese legge questo film riportandolo a qualche scandalo che conosce del proprio ambiente, ma io non darò consigli a nessuno mai”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo