Rubriche

5° Posto per una Torinese ai Mondiali Cadetti di Judo.

Si sono conclusi ieri i Campionati Mondiali Cadetti, nella categoria fino a 63kg l’Italia è ben rappresentata dalla Torinese Ilaria Peirano, atleta dell’ASD Judo MK Team di Druento (Torino), allenata da Mario e Katia Del Chirico. Ilaria parte forte con l’atleta di Israele Bar Farin, bronzo al recente Festival Olimpico della Gioventù Europea, assestando subito il suo uchi-mata, tuttavia parato dal te-guruma della Farin; è poi l’atleta di Israele a portarsi in vantaggio con un harai-makikomi che procura un waza-ari a svantaggio di Ilaria ma la situazione si risolve in modo favorevole per l’azzurra a trenta secondi dal termine del tempo regolamentare quando la presa alle gambe dell’avversaria viene sanzionata con l’inappellabile hansoku-make, che vale ippon per Ilaria. Il secondo incontro, contrappone Ilaria alla padrona di casa Olena Grytsenko: l’azzurra domina sulle prese e lancia la sua lunga gamba in un poderoso uchi-mata che vale l’ippon ed il passaggio al quarto di finale. L’incontro successivo, con la francese Lisa Marchese, si gioca inizialmente tra i tantativi di chiusura alta per tentare il makikomi da parte di Ilaria, e la posizione chiusa con presa bassa dell’avversaria: l’entrata contemporanea delle due atlete (Ilaria in uchi-mata makikomi e la Marchese in o-uchi-gari) costringe la terna arbitrale ad avvalersi della prova video per raccapezzarsi ma dal consulto esce un “nulla di fatto” per entrambe le contendenti. L’incontro prosegue in equilibrio fino allo scadere del tempo regolamentare e quindi fino allo scadere del Golden Score: sono le bandierine (2-1) a consentire ad Ilaria di accedere alla semifinale. E’ la russa Diana Dzhigaros (poi argento) che rende dura la vita ad Ilaria fin dal primo istante dell’incontro valevole per l’accesso in finale: benché Ilaria la sovrasti con la presa, la Dzhigaros non si lascia intimorire infilando ripetuti sode-tsuri-komigoshi finché riesce a sradicare l’azzurra proiettandola da ippon. L’ultimo incontro è quello valevole per il bronzo: Ilaria è contrapposta alla kazakha Akerke Myrzabek: Ilaria parte in difesa, senza chiudere a dovere la sua forte presa. A metà incontro la situazione è di parità, con uno shido per la kazakha per schermaglia ed uno shido per Ilaria per passività; non tarda però il secondo shido per Ilaria che non sembra riuscire a gestire al meglio l’incontro, che termina ineluttabilmente per yuko a favore della kazakha. Quinto posto anche per Ilaria, un quinto posto forse un po’ stretto: con un po’ di lucidità in più quel bronzo, davvero meritato, ci sarebbe potuto stare…anche per Ilaria un quinto posto che non è un quinto posto QUALUNQUE, ma quello dei Campionati del Mondo.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo