img_big
Spettacolo

Vasco Rossi, “Bollito io? Ho tanti progetti…”

Dacci oggi il nostro Vasco quotidiano. Il rocker di Zocca è in pieno trip da Facebook. Dopo le dimissioni da rockstar, la confessione dell’uso di psico-farmaci e lo schiaffo al rivale Ligabue, considerato «un bicchiere di talento in un mare di presunzione», anche ieri Va­sco Rossi ha esternato su Face­book in un post che in 5 ore ha raccolto quasi 1700 commenti e oltre 5000 “mi piace”.
«A fine mese uscirà una canzone inedita intitolata “I soliti” – ha scritto Vasco – che non è nell’al ­bum “Vivere o niente” perché l’ho scritta dopo. Ascoltandola, tutti capiranno se sono bollito o in crisi creativa. È un brano della colonna sonora del docufilm che presenteremo il 5 settembre alla Mostra del Cinema di Vene­zia e che parla del profondo lega­me con Zocca e in un certo modo spiega la nascita di una rockstar come Vasco Rossi». L’intervento del Blasco è scritto al singolare, come se parlasse faccia a faccia con ognuno. «Pensa che il motto che sta scritto sull’icona della fondazione del paese recita “Po­st Fata Resurgo”: una straordina­ria affinità con il mio carattere e la mia turbolenta vita personale e artistica».
L’entusiasmo dei fan per la vita­lità del Blasco sul web è giustifi­cata dall’anticipazione di tanti progetti futuri. «A giugno 2012 farò un concerto straordinario che segnerà l’inizio di una nuo­va era e di un Vasco Rossi che continuerà a scrivere e cantare canzoni, sperimentando nuovi modi espressivi, utilizzando le possibilità offerte dalle nuove tecnologie e nuovi sistemi più adatti ai tempi nuovi».
Vasco torna autore per una gran­de voce femminile. «Assieme a Gaetano Curreri ho scritto la canzone “La luna” per Fiorella Mannoia . Farà parte del suo prossimo album, che dovrebbe uscire a gennaio 2012, e ti stupi­rà come tutti quelli ai quali l’ho fatta sentire».
Un’altra data da cerchiare in ros­so sul calendario 2012 è il 31 marzo: quella sera debutterà lo spettacolo di danza classica “L’altra metà del cielo” prodotto e messo in scena dal Teatro alla Scala di Milano. «Sto lavorando con Stefano Salvati alla stesura del “Libretto” e alla drammatur­gia di un balletto con 13 mie canzoni e le coreografie di Mar­tha Clarke, un’artista newyor­chese di fama internazionale con cui sto definendo e stabilen­do la filosofia, lo spirito e il significato della storia. Sto ar­rangiando i brani con Celso Valli per adattarli alle esigenze del balletto: il disco che uscirà sarà una straordinaria rilettura delle mie canzoni. Erano un centinaio di anni che La Scala non produ­ceva uno spettacolo con musi­che di un musicista italiano».
Vasco ha annunciato anche la messa in onda, questa sera alle 23.30 su Raiuno, della video­poesia “L’Ape Regina” recitata da lui e composta assieme a suo figlio Luca. Infine, ha replicato a chi lo accusa di abusare di Face­book. «Continuano a invitarmi a smettere di usarlo. Arrivano ad­dirittura a interpretare l’uso che ne faccio come segno di un mio malessere, una crisi o una mia perdita di senno. Capisco che a molti dia fastidio che il potere di comunicazione prima riservato solo a loro, adesso ce l’abbia anch’io. Ma ai miei fan fa piacere questa mia presenza sul web. E a me, sinceramente, interessano solo loro».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo