img_big
Rubriche

Torino, anziana aggredita e malmenata sull’autobus da giovane

Venerdì 5 agosto, ore 11 e 15, Torino, sul tram della linea 4, dove da settembre partirà una politica di antievasione dei biglietti.
Un’anziana signora italiana si avvicina ad una delle porte d’uscita, quasi tutta ostruita da una giovane donna dal forte accento slavo, né una nomade né una barbona, capelli corti neri, maglia gialla e nera,che ha pensato bene di sedersi a terra.
L’anziana chiede permesso, la donna non si sposta, anzi le dice di andare a scendere da un’altra parte (come se fuori posto fosse la persona che deve scendere e non lei) e quando fa notare all’occupante che sta sbagliando lei questa comincia ad insultarla. Il tono della discussione aumenta, e poco prima della fermata di via Sacchi angolo corso Pastrengo la donna si alza e non contenta di aver insultato l’anziana la picchia in pieno volto.
I passeggeri iniziano ad inveire contro l’aggressione, qualcuno chiama i carabinieri, ma la denuncia può essere fatta solo dalla diretta interessata, che scende, scossa, mentre scappa anche, inseguita da insulti e improperi, la picchiatrice.
Era indubbio il torto da parte di chi occupava, in posizione non corretta, perché in tram e in autobus non ci si siede per terra, la porta di uscita e di entrata, e l’anziana aveva tutto il diritto di fare rimostranze. Ignobile poi l’aver reagito alzando le mani, oltretutto su una persona che avrebbe potuto essere la madre di quella donna poco educata.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo