img_big
Cronaca

Amy Winehouse, in 200 ai funerali. Il fidanzato: “Ho perso il mio amore”

Circa 200 persone hanno dato l’ultimo addio ad Amy Winehouse, morta sabato nella sua casa di Camden Square. Un corteo di auto, molte con i vetri oscurati, sono entrate nel cimitero a venti chilometri dal centro di Londra, per la cerimonia privata officiata da un rabbino all’Edgewarebury Cemetery. Tra le personalità venute ad accompagnare la cantante nell’ultimo viaggio c’erano Kelly Osbourne, pettinata nella tipica acconciatura dell’amica, e l’impresario e Dj Mark Ronsom. Le ceneri di Amy saranno mischiate con quelle della nonna Cynthia, morta di cancro ai polmoni nel 2006 e adorata dalla cantante.

Amy aveva il nome di Cynthia tra quelli tatuati sul suo corpo. Le ceneri saranno disperse al vento, anche se una parte saranno forse mandate a St. Lucia dove la cantante aveva passato qualche tempo a riprendersi dopo il divorzio da Blake Fielder-Civil. Famiglia e amici sono già riuniti a casa Winehouse per la shiva, il periodo di sette giorni che nella tradizione ebraica é riservato al lutto. Kelly Osbourne è tra le amiche di Amy che che partecipano alla shiva con Janis, la mamma di Amy.

Il regista Reg Traviss, ultimo fidanzato di Amy Winehouse, ha rotto il silenzio per la prima volta dopo la morte della cantante. “Gli ultimi tre giorni sono stati un inferno”, ha detto al Sun: “Ho perso una persona bellissima, il mio caro amore”. Traviss ha detto che la morte di Amy è stato un terribile incidente e che la cantante stava riprendendo le forze negli ultimi tempi, facendo esercizio e praticando lo yoga. La Winehouse “era eccitata” all’idea che la coppia sarebbe andata a un matrimonio assieme domenica e “cercava di decidere cosa avrebbe indossato quel giorno, non alla morte”. La famiglia di Amy è convinta che la cantante sia morta per cause naturali, non per droga, e che a uccidere Amy sia stato un attacco di cuore o una crisi epilettica diventata fatale.

Amy Winehouse non ha lasciato nemmeno un penny all’ex marito Blake Fielder-Civil, scrive oggi il Daily Mail. Esperti legali hanno detto al giornale che la fortuna della cantante, stimata in aprile a 6 milioni di sterline ma che nei giorni subito dopo la morte avrebbe già raggiunto quota 10 milioni, sarà divisa tra i parenti più stretti tra cui la madre Janis, che soffre di sclerosi multipla, il padre Mitch e il fratello Alex. I genitori di Amy si sono separati quando lei aveva 9 anni. Fielder-Civil è in carcere per una condanna a 32 mesi di prigione per furto e possesso di un’arma da fuoco e avrebbe voluto partecipare ai funerali della ex moglie. La prigione di Armley a Leeds dove è rinchiuso gli ha però negato il permesso di uscire.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo