img_big
News

Amianto alla Philips: muoiono 10 operai. Manager condannati

Omicidio colposo plurimo. È il reato per il quale sono stati condannati, ieri mattina a Torino, due ex direttori della Philips di Alpignano. La sentenza, pro­nunciata dal giudice monocratico Fabri­zia Pironti, è giunta al termine del proces­so sulla morte di dieci ex dipendenti dello stabilimento in provincia di Torino. Ex dipendenti costretti, secondo l’accusa, a una prolungata esposizione all’amianto.
Tre anni e sei mesi di reclusione è la pena inflitta a Luigi Sandrucci, 80 anni, diretto­re dello stabilimento dal 1972 al 1980. A due e sei mesi di carcere è stato invece condannato Franco Spesso, 78 anni, diret­tore del medesimo stabilimento dal 1980 al 1984. È stato invece assolto, “per non avere commesso il fatto”, Filippo Ferraris, 65 anni, direttore dello stabilimento dal 1990 al 1992. Un quarto imputato, Gio­vanni Rosi, direttore dello stabilimento dal 1984 al 1990, è deceduto durante il procedimento.

I particolari su CronacaQui in edicola il 26 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo