img
News

Tav: black block all’assalto del cantiere di Chiomonte (il video della sassaiola)

Black block e “semplici” No Tav all’assalto del cantiere di Chiomonte. E’ stata una domenica di tensione, la scorsa, in Valsusa. E ora toccherà alla polizia  stabilire chi ha fatto cosa. Chi si è limitato a manifestare contro il cantiere con striscioni, bandiere e slogan. E chi invece ha sfruttato l’occasione per cercare di attaccare poliziotti, carabinieri e alpini schierati a protezione del cantiere. Determinanti, nell’indagine, saranno fotografie e video realizzati dagli agenti durante gli scontri. La Digos li sta visionando, e a breve potrebbero scattare le prime denunce.

Erano almeno in mille, i “guerriglieri”, 400 dei quali appartenenti alla galassia antagonista e anarchica, quando intorno alle 20 è partito il primo attacco. Hanno lanciato pietre, petardi e bombe carta sulle forze dell’ordine e hanno cercato di sfondare una cancellata. Con i volti coperti da bandiere, hanno azionato una sirena per coprire i rumori degli strumenti utilizzati per provare a tagliare l’acciaio e la polizia ha risposto con i lacrimogeni e gli idranti. L’attacco, in cui sono rimasti feriti quattro carabinieri, è proseguito fino alle 22.30, quando i manifestanti sono rientrati nel campeggio.

Che gli estremisti avrebbero cercato lo scontro, del resto, era già chiaro dalle prime ore del mattino. Sabato notte, infatti, la polizia aveva rinvenuto nel bosco materiali di vario genere tra cui passamontagna, scudi, mazzette, falcetti e due taniche di benzina. Taniche come quella che, probabilmente, hanno utilizzato gli anarcoinsurrezionalisti che nella notte tra domenica e lunedì hanno incendiato un ripetitore della Vodafone a Trento. Gli attentatori, nella rivendicazione, chiedono ” libertà per gli arrestati in Valsusa” e minacciano: «L’imprevidibilità della vita vi coglierà con il fuoco».

 

Tutti i particolari su CronacaQui in edicola il 26 luglio

Qui sotto il video con l’assalto dei black block

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo