img_big
News
Le case messe in affitto in realtà non esistevano

Alloggi a Bardonecchia a prezzi stracciati. Ma era solo un bluff

Cercava di affittare su Internet splendidi appartamenti a Bardo­necchia dove trascorrere le vacanze. Il tutto corredato da una serie di foto delle abita­zioni che erano state inserite su diversi siti Internet insieme ad un’accurata descrizio­ne delle case. Il prezzo dell’affitto variava dai 700 ai 1.000 euro, pagabili tramite una ricarica da effettuare su una carta postepay. Peccato solo che una volta ricevuti i soldi il truffatore scomparisse nel nulla, dal mo­mento che le case a Bardonecchia in realtà non esistevano.
In questo modo un trentanovenne torinese, B.T., è riuscito a portare a termine diverse truffe mettendo sui siti Internet le foto di case inesistenti. Le indagini, coordinate dal pm di Torino Valerio Longi, sono parti­te da una serie di denunce presentate alla polizia postale, ma anche al carabinieri e alla Guardia di Finanza. Dai primi accerta­menti sulla postepay su cui venivano effet­tuati i versamenti, gli investigatori hanno accertato che il documento fornito per il rilascio della carta aveva una foto che era diversa da quella presente sulla carta d’identità di M.R. che, resosi conto che un truffatore utilizzava impropriamente i pro­pri dati, ha presentato denuncia alla sezio­ne di Lanzo della Guardia di Finanza.

 

I particolari su CronacaQui in edicola il 22 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo