img_big
News

Fiom torna alla carica: «Cause individuali per difendere i diritti»

 Non si sono ancora placate le polemiche sulla sentenza di sabato e la Fiom rilancia: il sindacato ieri ha annunciato che avvierà cause legali indivi­duali da parte dei propri iscritti. «Sosterremo le cause di chi nel passaggio alla newco non vuol perdere i diritti che aveva», ha detto il segretario Fiom, Maurizio Landini.
Lo scontro con la Fiat è dunque destinato a prosegui­re. L’ipotesi di avviare azioni legali sul punto che ha visto la vittoria del Lingotto – il trasferimento d’azienda da Fga (Fiat Group Automobiles) a Fip (Fabbrica Italia Pomigliano) – era già stata ventilata dalla Fiom sabato, un attimo dopo il pronunciamen­to della sentenza. Al sindacato ci sono voluti appena tre giorni per decidere che la battaglia proseguirà, indipendentemente dalle motivazioni della senten­za che saranno depositate nei prossimi giorni.

 

I particolari su CronacaQui in edicola il 20 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo