img_big
Cronaca

Bologna, nate gemelline siamesi con un solo cuore

Due gemelline siamesi, unite attraverso il torace con un solo cuore e un unico sistema circolatorio, sono nate poche settimane fa al policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna, dove sono ricoverate nel reparto di Anestesiologia e rianimazione pediatrica. Ora l’ospedale e i genitori, una coppia che risiede in Emilia-Romagna, devono decidere con quale piano di cura intervenire. Lo riferiscono il Resto del Carlino e il Corriere di Bologna. La direzione generale e quella sanitaria del Policlinico hanno inviato, secondo le procedure, una comunicazione formale alla Regione e alla Procura della Repubblica, e della vicenda è stato interessato anche il comitato etico del S.Orsola.

A coordinare le azioni è il prof.Mario Lima, responsabile della Chirurgia pediatrica e del dipartimento Salute della donna, del bambino e dell’adolescente dell’Azienda ospedaliero- universitaria. Nessun commento per ora dalla direzione ospedaliera, nel rispetto della riservatezza chiesta dai genitori. Le neonate, le cui condizioni sono giudicate attualmente stabili, vengono costantemente monitorate e sottoposte ad accertamenti anche per permettere agli specialisti di valutare il percorso clinico e terapeutico più adeguato in funzione della loro sopravvivenza (una prima operazione per problemi legati all’intestino e ad altre complicanze minori è già stata eseguita nei giorni scorsi dal prof.Lima). In questi casi, secondo gli esperti, il rischio di morte è elevato: anche con un eventuale intervento di distacco, per una delle gemelline, la più fragile, le speranze di sopravvivenza sarebbero decisamente scarse, per l’altra migliori ma comunque piuttosto limitate. I genitori avevano saputo, dopo un’ecografia, che le figliolette erano unite per parte del torace, ma hanno comunque deciso di far arrivare a termine la gravidanza.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo