img_big
Cronaca

La Borsa boccia la manovra e Milano sprofonda

La Borsa ha bocciato la manovra. Nella prima seduta dopo l’approvazione del provvedimento di riordino della finanza pubblica, Piazza Affari è partita in deciso calo, con il Ftse Mib in flessione di circa l’1%. Nel prosieguo della seduta il mercato azionario non è riuscito a recuperare. Anzi la pressione delle vendite si è via via fatta più massiccia (soprattutto sui titoli bancari). Alla fine il Ftse Mib ha perso il 3,06%, maglia nera tra tutti i listini europei.

Piazza Affari è stata trascinata al ribasso soprattutto da bancari (nella prima seduta dopo l’esito degli stress test) e assicurativi. Pesante la seduta di Monte dei Paschi (-7,16%), Unicredit ha perso il 6,36%, Intesa il 6,63%, Ubi Banca -5,04% Mediobanca -3,1%, Popolare Milano -4,78%. Giornata nera anche per gli assicurativi con FonSai che ha perso quasi 8 punti percentuali (-7,93%), Unipol -4,37%, Generali -3,75. Seduta in deciso ribasso anche per Parmalat (-7,15%), Telecom (-2,38%), Fiat -4,37%. Fra gli energetici Enel ha terminato le contrattazioni in flessione dell’1,84%, Eni -1,75%.

La speculazione sui mercati borsistici e sul mercato secondario dei titoli di Stato seguita alla diffusione di rating sull’Italia e, in particolare, ai giudizi espressi sulla manovra correttiva sono ora sotto i riflettori della magistratura. Il pm di Trani Michele Ruggiero, che aveva già aperto un’ inchiesta sulle agenzie di rating nel passato, l’ha ampliata anche alla possibile speculazione delle ultime settimane, dopo l’arrivo di un esposto denuncia da parte dell’Adusbef e Federconsumatori. Il magistrato, accompagnato da alcuni ufficiali della Guardia di Finanza, si è recato oggi alla Consob, dove ha raccolto dati e informazioni sul confronto che la stessa Autorità di Borsa aveva avviato con le agenzie di rating dopo la diffusione dei report. Secondo quanto si è appreso, anche magistrati di Roma e Milano avrebbero aperto dei fascicoli in merito.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo