img_big
News

Torino, piercing su neo provoca emorragia. Indagato titolare negozio

Le ha fatto un piercing su un neo, provocandole una emorragia. È successo a una ragazza di 20 anni di Torino. Il titolare del negozio alla periferia sud di Torino, è indagato in stato di libertà: lesioni colpose l’ipotesi di reato contestata. La ragazza, che si era rivolta al negozio per mettere un orecchino nella zona dell’ombelico, aveva segnalato all’uomo la presenza di un neo in quell’area del corpo. Al termine dell’operazione, pagati i 60 euro richiesti, la ragazza se n’è andata. Ma la ferita ha continuato a sanguinare e lei, dopo due giorni, preoccupata si è rivolta all’ospedale Maria Vittoria di Torino dove le hanno disinfettato la ferita. Visto però che la ferita continuava a sanguinare la giovane è tornata in ospedale, questa volta alle Molinette, dove le è stata riscontrata una lesione del neo su cui è stato effettuato l’esame istologico di cui ancora non si conoscono i risultati. La giovane si è allora rivolta alla polizia dove ha presentato denuncia. La procura di Torino ha aperto un’inchiesta e indagato il titolare del negozio.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo