img
Sport

La Figc: «Non revocabile». Lo scudetto del 2006 resta sul petto dell’Inter

Non revocabile. Il pre-Con­siglio Federale svoltosi ieri a Roma ha dato esito negativo sull’esposto presentato dalla Juventus in merito allo scudet­to assegnato all’Inter nel 2006, decisione che verrà ufficializ­zata lunedì prossimo nella riu­nione vera e propria. Le notizie trapelate ieri confermano la te­si avanzata dai nerazzurri sulla questione, divenuta predomi­nante dopo la relazione che il procuratore federale S te f an o Palazzi aveva fatto pervenire ai consiglieri. La presunta viola­zione degli articoli 1 e 6, pa­ventata dallo stesso Palazzi nei confronti dello scomparso Gia­cinto Facchetti e passata in prescrizione, non avrà dunque conseguenze materiali per il club meneghino, che potrà te­nersi stretto il quattordicesimo tricolore della propria storia. Due le motivazioni principali alla base della decisione: non vi fu, nel 2006, un atto ammini­strativo della Federcalcio in fa­vore dell’Inter, ma una mera esecuzione di quel che deriva­va dalla classifica modificata a causa delle sentenze sportive. Al netto delle penalizzazioni, infatti, Zanetti e soci risultaro­no primi in graduatoria e auto­maticamente campioni. Il se­condo punto cruciale è che, causa prescrizione, al momen­to non sussiste la possibilità di istruire un processo e quindi nemmeno di imbastire una di­fesa da parte di Moratti.

 

I particolari su CronacaQui in edicola il 15 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo