img_big
News

Torino, carceri sovraffollate e la Finanziaria taglia i 1.600 nuovi agenti

Aumentano i detenuti e dalla Finanziaria sparisce l’assunzione di 1.600 agenti di polizia peniten­ziaria. Un doppio proble­ma che rischia di travolge­re anche le carceri di Ivrea e di Torino, alle prese con problemi strutturali sem­pre più gravi. Al ” Lorusso e Cotugno” ieri i detenuti erano 1.508, contro una capienza mas­sima consentita di 1.023. A Ivrea, si contavano 322 reclusi contro un massimo di 175. Numeri che vanno di pari passo con quelli del resto della regione: in Piemonte si contano 5.212 detenuti ( 5.059 uomini e appena 153 donne) a fron­te dei 3.634 posti disponi­bili. Cifre cui fanno da contraltare quelle sulla ca­renza di agenti: « A Torino mancano 323 persone ­spiega Gerardo Romano, segretario regionale dell’Osapp – e a Ivrea 90. In quest’ultimo caso si se­gnala anche l’assenza del­le figure di sovrintendenti e ispettori. E questo secon­do i dati stabiliti con un decreto ministeriale del 2001 ma in realtà le caren­ze sono ancora maggio­ri».

I particolari su CronacaQui in edicola il 15 luglio

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

banners
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo