img_big
Cronaca
Auguri al Pontefice stanno giungendo da ogni parte del mondo

UN COMPLEANNO…SPECIALE. Papa Francesco compie 80 anni: “La vecchiaia spaventa, ma è saggezza”

Giornata piena di impegni per Papa Francesco, che oggi compie 80 anni. Dopo la messa, che è stata celebrata nella Cappella Paolina con i cardinali che risiedono a Roma, Francesco riceverà il Presidente maltese, il Prefetto della Congregazione per i Vescovi, il vescovo di Chur, in Svizzera, e la comunità di Nomadelfia. Nato a Buenos Aires, capitale dell’Argentina, il 17 dicembre 1936, il Sommo Pontefice è figlio di piemontesi immigrati nel paese latino americano. E’ diventato sacerdote il 13 dicembre 1969, quattro giorni prima di compiere 33 anni. Auguri al Pontefice stanno giungendo da ogni parte del mondo. Salutando i 60 cardinali con i quali ha concelebrato la messa nella Cappella Paolina del Palazzo Apostolico, il Papa ha fatto una riflessione sulla vecchiaia: “la vecchiaia è una parola che sembra brutta e spaventa ma è saggezza e speriamo sia così anche per me”. Francesco ha quindi invitato i cardinali a pregare “perché la mia vecchiaia, sia tranquilla, religiosa, feconda e gioiosa”.
 
L’UMORISMO AIUTA
Un po’ di umorismo ispirato per aiutarci ad andare avanti. Il Signore ci dia questa grazia”. Con queste parole Francesco ha poi concluso l’omelia della messa celebrata nella Cappella Paolina. Con la sua invocazione il Papa ha commentato un brano della Lettera agli ebrei che descrive la condizione dei cristiani come un differimento del martirio. “Sta tranquillo, ancora non sei arrivato a dare il sangue”, ha sintetizzato Francesco. Prima del rito, il decano del Collegio Cardinalizio, Angelo Sodano, entrato qualche mese fa a sua volta nel 90esimo anno, ha rivolto a Papa Bergoglio il tradizionale augurio “Ad multos annos“. “Grazie”, gli ha risposto Francesco.

GLI AUGURI DI OBAMA
“Con le parole e le opere, Papa Francesco ha ispirato così tante persone in tutto il mondo con un messaggio di compassione, speranza e pace”. E’ quanto si legge nel messaggio di auguri inviato da Barack Obama al Pontefice che oggi compie 80 anni. “Ci ha esortato a vedere noi stessi nel nostro vicino, a porgere la mano a chi sta ai margini della società, ad esercitare la misericordia e protegge il pianeta che tutti condividiamo”, ha aggiunto il presidente americano che ha ricordato di aver avuto “l’onore” di ricevere Papa Francesco alla Casa Bianca durante il suo viaggio negli Stati Uniti. Obama, inoltre, ha ringraziato ancora una volta il Pontefice per il suo “inestimabile appoggio” nel processo di normalizzazione dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba, avviata con lo storico annuncio nel dicembre di due anni fa.

IL MESSAGGIO DI MATTARELLA
“L’Italia le è grata per la Sua costante vicinanza”: con queste parole, il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha rivolto a Papa Francesco gli auguri per l’ottantesimo compleanno. “Santità – scrive Mattarella – la felice ricorrenza del Suo compleanno mi offre la gradita opportunità di rivolgerLe, a nome del popolo italiano e mio personale, i piu’ sentiti e calorosi auguri. Il Giubileo Straordinario della Misericordia, che si è da poco concluso, ha portato un messaggio di speranza e riconciliazione di formidabile intensità. Le visite di Vostra Santità in Africa, America Latina e Centrale, nel Caucaso e in diversi Paesi europei – dall’isola di Lesbo alla Svezia – hanno contribuito a rafforzare il dialogo e i vincoli di fratellanza e solidarietà fra popoli e nazioni diverse. Ed è proprio all’Europa – prosegue Mattarella – che la Santità Vostra ha ripetutamente ricordato l’esigenza di ritrovare le proprie radici, traducendo i valori di solidarietà che caratterizzano il nostro Continente in coerenti politiche di accoglienza e apertura verso i più sfortunati, i migranti e tutti coloro che vivono, ai margini delle società, situazioni di abbandono. Visitando come Primate d’Italia le aree maggiormente ferite dal terremoto – afferma il presidente della repubblica – Vostra Santità ha infuso nelle popolazioni duramente colpite nuova forza e sincera speranza nel futuro. L’Italia Le è grata per la Sua costante vicinanza, specie nei momenti di così grande dolore. In questo momento così complesso della realtà internazionale, la ricorrenza del Santo Natale non cessa di esercitare la sua positiva influenza nell’orientarci verso i valori universali di pace, fraternità e concordia. Valori sui quali credenti e non credenti sono chiamati a riflettere attentamente nella costante ricerca di un futuro migliore. Con questi sentimenti – conclude Mattarella – La prego di accogliere, Santità, fervidi auguri per le prossime festività natalizie, cui si uniscono tutti gli italiani, con viva ammirazione e profonda considerazione”.  

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo