img_big
News
L’uomo è stato arrestato nell’ottobre del 2015 con l’accusa di corruzione

IL CASO. Torino, soldi in cambio di favori: il cancelliere chiede di patteggiare

Ha reiterato la sua richiesta di patteggiare a 3 anni e 8 mesi, Angelo Rosario Moscato, il cancelliere della Corte D’Appello di Torino arrestato nell’ottobre del 2015 per corruzione. L’imputato ha avanzato la richiesta nell’udienza di oggi e verrà discussa il 26 gennaio. Moscato aveva avanzato la proposta di patteggiamento alla medesima pena già lo scorso luglio, davanti al gip Elena Rocci, che però l’aveva respinta per mancato perfezionamento dei risarcimenti

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo