img_big
News
“Problemi idrogeologici, non si usino aree utilizzate per coltivazioni di pregio”

SANITA’. L’appello di Coldiretti: “Si riveda la scelta del sito per l’ospedale dell’Asl To5”

La Coldiretti di Torino chiede alle istituzioni di rivedere la scelta del sito per l’ospedale unico dell’Asl To5, fra Moncalieri e Trofarello, che include aree usate per coltivazioni di pregio ed è vicino a zone allagate nella recente alluvione. “La fragilità del nostro sistema idrogeologico – afferma il presidente Fabrizio Galliati – richiede scelte urbanistiche coerenti con il Piano territoriale di coordinamento 2, che indica di evitare nuova impermeabilizzazione del suolo”. “Per individuare il sito del nuovo ospedale – aggiunge – sono stati scelti terreni che appartengono alla classe seconda di fertilità, utilizzati per coltivazioni di pregio. Tutto questo mentre nella zona sono presenti terreni di minor pregio, così come aree industriali dismesse che potrebbero rappresentare valide alternative, mantenendo inalterate la logistica”. “I recenti eventi – dice ancora – hanno messo in luce alcune criticità idrogeologiche, evidenziate proprio dagli allagamenti avvenuti in zone poco distanti dal sito individuato”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo