img_big
News
Su 46 isole ecologiche controllate, solo una si è salvata. Sanzioni per tutte le altre

LA PUNIZIONE. Differenziata, nessun condominio in regola. Dopo gli avvisi arriva una pioggia di multe

 Dopo i controlli porta a porta dei cassonetti, il Comune ha dato il via alle sanzioni per i condomìni poco attenti alla raccolta differenziata. E i dati sono pesanti: 45 multe da 160 euro l’una su 46 isole ecologiche visionate. Praticamente una multa per palazzo. Il provvedimento è scattato con la terza fase di analisi, frutto di un lavoro accurato disposto da Comune e consorzio Covar14 e portato avanti dagli operatori della società Achab Group con la polizia municipale. Dopo gli avvisi ele segnalazioni, ecco le multe. Importanti le criticità rilevate: nei cassonetti è emerso un po’ di tutto: dai piccoli elettrodomestici (un ventilatore, un aspirapolvere, una macchina da caffè…), a teglie per bistecchiera e pentole, residui di ristrutturazione e latte di pittura, un intero sacco di materiale da ufficio tra cui documenti passati al tritacarta e cialde da caffè usate con relativo bicchierino in plastica.

«Purtroppo abbiamo trovato questa mole di materiali buttati tutti insieme, senza distinzioni nell’indifferenziata e nei cassonetti della differenziata – constata il sindaco Mauro Marinari – Il problema riguarda praticamente tutti i condomini controllati, dove il conferimento scorretto in alcuni casi è di media, in altri di importante gravità. Una situazione che non si può più tollerare. In base al regolamento di igiene urbana abbiamo sanzionato il conferimento scorretto». Con le percentuali di raccolta differenziata in calo, il Comune non intende abbassare la guardia. «Malgrado queste situazioni – sottolinea il primo cittadino -, raggiungiamo il 65% di raccolta differenziata ».

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo