img_big
News

EMERGENZA MALTEMPO Piemonte, l’ ultima alluvione ha causato danni per 315 milioni FOTO

L’alluvione che ha colpito il Piemonte dal 23 al 25 novembre ha causato danni per 317 milioni. La Regione ha inviato al Dipartimento della Protezione civile il rapporto dell’evento, specificando che ingenti sono stati i danni alle infrastrutture e che per il ripristino delle infrastrutture pubbliche danneggiate occorrono 496,8 milioni. Il rapporto che accompagna la richiesta di dichiarazione di Stato di Emergenza e la richiesta di sospensione dei vincoli finanziari, evidenzia nel contempo, come ha sottolineato il Presidente Sergio Chiamparinoche le opere realizzate negli ultimi anni dopo l’alluvione del 94 (la cui portata è stata paragonabile a quella in questione) e di quelli successivi hanno evitato che il bilancio fosse decisamente più pesante sia in termini economici che di vite umane, anche grazie all’impegno e all’esperienza  dei tecnici regionali e provinciali, dei volontari della Protezione Civile, dei Sindaci, delle Prefetture, delle forze dell’ordine e dei vigili del fuoco che hanno svolto un grandissimo lavoro nei giorni dell’evento.”

Nel computo sono esclusi i danni ai privati e quelli all’agricoltura la cui quantificazione richiederà ancora del tempo.

Le maggiori criticità si riscontrano nei settori dell’alta val Tanaro, nelle valli Corsaglia, Ellero, nelle valli Pellice, Germanansca e Chisone e nelle Valli di Lanzo.

I corsi d’acqua maggiormente interessati hanno manifestato problemi anche nelle fasce di pianura (Chisola, Casternone, Ceronda, Pellice, Tanaro, Bormida e Po), causando estesi allagamenti che hanno interessato anche zone abitate come il cedimento di settori di argine lungo il torrente Chisola presso Vinovo e presso Moncalieri.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo