img_big
News

SALONE DEL LIBRO Accordo con Montreuil: gemellaggio tra editori italiani e francesi

Il Salon du livre et de la presse jeunesse en Seine-Saint-Denis di Montreuil (Parigi) supporterà il progetto di gemellaggio fra editori italiani e francesi lanciato dal XXX Salone Internazionale di Torino. È uno dei risultati dell’accordo raggiunto nei giorni scorsi fra il Salone di Torino e il Salon du livre et de la presse jeunesse, che ha celebrato dal 30 novembre al 5 dicembre la sua 32a edizione.

«Ogni editore italiano che vorrà ospitare nel proprio stand un editore francese – spiega il Presidente della Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura Mario Montalcini – oggi lo potrà fare grazie alla disponibilità del Salon di Montreuil. Il Salon si offre infatti di informare tutti gli espositori della manifestazione francese della possibilità, e di mettere in contatto gli editori italiani che ne faranno richiesta con gli editori francesi compatibili e interessati a venire a Torino a maggio».

Offrire agli editori italiani presenti al Salone la possibilità di ospitare nel proprio stand a condizioni vantaggiose un editore straniero è una delle novità del XXX Salone: un’idea nata assieme alla rimodulazione delle politiche commerciali e alla messa a punto di nuove offerte per gli espositori per il Salone 2017. «L’intento – prosegue Montalcini – è allargare ancora di più la dimensione internazionale del Salone, e al tempo stesso rafforzare le relazioni dirette fra gli editori italiani – compresi quelli più piccoli – e quelli internazionali, anche in modo svincolato dal momento BtoB della compravendita dei diritti».

L’accordo con Montreuil fa seguito a quello già stretto, per progetti e ambiti differenti, con Bologna Children’s Book Fair. Aperto non soltanto agli operatori professionali ma anche al pubblico generalista, il Salon di Montreuil è uno fra i più prestigiosi e innovativi saloni d’Europa specializzati nell’editoria per ragazzi, nei progetti di promozione della lettura nelle scuole e nelle famiglie, nello sviluppo di nuove tecnologie e app per l’accesso ai diversamente abili.

A Montreuil si sono incontrati, per il Salon du livre, la direttrice Sylvie Vassallo, la responsabile del programma culturale Nathalie Donkian e la capofila del progetto europeo Transbook Céline Badin; per il Salone di Torino i consulenti al programma Scuola e Ragazzi Fabio Geda e Eros Miari e la responsabile del settore Maria Giulia Brizio.

Fra gli altri risultati dell’accordo fra i Saloni di Torino e Montreuil, l’intenzione di ospitare al Lingotto una mostra interattiva prodotta nell’ambito del progetto europeo Transbook. E in più altri progetti che si stanno mettendo a punto, e che verranno rivelati nei prossimi mesi.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo