img_big
Cronaca
L’appello per “tornare alla medicina della persona”

SANITA’. “Ospedale a Casa”, associazione chiede di estendere “modello a domicilio” in tutta la regione

Tornare alla “medicina della persona“, potenziando l’attuale servizio e sollecitando l’estensione di tale modello alle altre aziende sanitarie della Regione Piemonte. Questo l’obiettivo dell’Associazione Promozione dell’Ospedale a Casa, nata per condividere esperienze affinché ogni cittadino sia informato sui vantaggi delle cure a domicilio, sia in termini di salute che economici. Uno “strumento fondamentale – sostiene l’associazione – per civiltà e valore di welfare“. Attivo dal 1985 presso l’azienda ospedaliera Città della Salute di Torino, il servizio di ospedalizzazione a domicilio si caratterizza per la presa in carico di tipo clinico del paziente da parte di una struttura ospedaliera, ad opera di personale sanitario espressamente formato e dotato di documentata esperienza nella gestione del paziente in fase acuta al di fuori dello stretto ambito ospedaliero. L’associazione, che nei giorni scorsi ha organizzato un concerto presso l’aula magna Dogliotti delle Molinette, è nata per fare azione di sensibilizzazione presso le istituzioni politiche e sanitarie.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo