img_big
News

IL MONITO PER NATALE. Torino, Monsignor Nosiglia ai bambini. “State in famiglia, posate i tablet”

Natale è il momento per stare in famiglia e con gli amici con cui “gustare la gioia dell’incontro, del dialogo, del fare festa insieme”, “non isolatevi davanti al televisore, al tablet, alle consolle di videogiochi”. E’ l’invito dell’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, ai più giovani nella lettera alle famiglie dell’arcidiocesi in occasione delle festività. Nosiglia esorta bambini e ragazzi a sfruttare questo tempo per “partecipare con gli altri ai momenti di gioco, di conversazione e di amicizia, un tempo anche per stare di più con Gesù”. ‘Sto alla tua porta e busso’, questo il titolo della lettera in cui l’arcivescovo di Torino ricorda il valore del dialogo, dell’incontro. “Spesso – prosegue – in casa è difficile ascoltarsi perché le cose da fare, le parole continue della televisione accesa, anche durante i pasti, impediscono di parlarsi e di ascoltarsi serenamente. Così, a poco a poco si diventa estranei in casa”. Per questo motivo, conclude, occorre “riappropriarsi del tempo che si passa in casa, per non disperdere la ricchezza dell’incontro interiore e profondo tra le persone”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo