img_big
News

IL CASO Torino, strisce blu anche a Natale ma gli ausiliari Gtt sono in sciopero

TORINO. Ufficialmente la ragione è da rintracciarsi nei guai del settore parcheggi, alle prese con progressivi tagli di bilancio e con il nodo dei “vigilini” che una sentenza della Cassazione ha spogliato della potestà di multare fuori dalle strisce blu e che quindi sono stati destinati ad altre mansioni. Ma è indubbio che lo sciopero proclamato dagli addetti alla sosta del Gtt dallo scorso 17 novembre e fino al prossimo 9 gennaio rischia di rendere inutile, o per lo meno meno incisiva, la scelta del Comune di Torino di reintrodurre le strisce blu nelle domeniche di Natale. «Visto l’impegno non mantenuto – si legge nella missiva inviata alla direzione del Gruppo, al prefetto, al sindaco Chiara Appendino e all’assessore ai Trasporti Maria Lapietra – la Rsu parcheggi comunica lo stato di agitazione e proclama uno sciopero nelle giornate identificate come: servizio piazze, servizio eventi particolari/stadio/metro, servizio domeniche/ festivi». Una tegola per la giunta e una tegola soprattutto per i vigili urbani che, per assecondare la decisione del Comune volta a «migliorare la qualità urbana del centro» sotto Natale, dovranno sostituirsi ai colleghi del Gtt. E questo mentre i civich dovranno contemporaneamente occuparsi della sosta selvaggia, dell’inevitabile abusivismo commerciale, della sorveglianza delle casette di “Natale con i fiocchi”, del contrasto ai borseggiatori.

Chissà quindi se il raddoppio degli agenti da impegnare in centro, che passeranno da 150 a 300, sarà sufficiente a garantire anche il controllo della sosta. Una mano potrebbe invece darla la decisione assunta nel corso dell’ultima giunta: le linee elettriche Star che attraversano il centro saranno gratuite fino al 6 gennaio e non più fino al 24 dicembre come era deliberato in precedenza dall’assessorato ai Trasporti.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo