img_big
Politica
Le opposizioni invocano chiarezza sulle modalità di aggiudicazione e di organizzazione dell’evento

VERSO LE FESTE. Torino: “Natale coi fiocchi”, ancora polemiche in Sala Rossa

In attesa della presentazione del programma, il “Natale coi Fiocchi” di Torino è stato al centro di nuove polemiche in Sala Rossa. Due le interpellanze presentate dalle opposizioni, dai consiglieri Pd Stefano Lo Russo e Enzo Lavolta e dal collega di Fi Osvaldo Napoli che chiedevano “chiarezza sulle modalità di aggiudicazione e di organizzazione dell’evento“. L’assessore al Commercio Alberto Sacco ha spiegato che “su 17 operatori invitati alla procedura solo 2 hanno presentato l’offerta e la commissione giudicatrice ha verificato che quanto presentato da Cat rispondeva ai requisiti progettuali ottenendo un punteggio di 67,49/100″. “Quanto ai costi – ha aggiunto – lo scorso anno la manifestazione è costata alla Città 287 mila euro mentre quest’anno costerà 15 mila”. Nelle repliche il consigliere Lavolta ha osservato: “l’associazione che sta monopolizzando le iniziative per il periodo natalizio non risulta iscritta al registro delle associazioni della Città“. Inoltre, sempre secondo Lavolta, “ci sono già 40 bancarelle posizionate in una piazza non prevista dal bando e questi mercatini avrebbero dovuto essere subordinati alla normativa di commercio su area pubblica”. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo