img_big
News
Ieri la protesta scatenata dal lancio di due petardi contro le palazzine dei migranti

IL CASO. Torino, bombe carta e rivolta all’ex Moi: scattano due denunce

Sono due le denunce, per ora a carico di ignoti, presentate dalla Digos in seguito alle tensioni all’ex Moi, il villaggio olimpico di Torino da tempo occupato da famiglie di migranti e profughi. Le indagini sono coordinate dal pm Onelio Dodero e l’ipotesi di reato è di lancio di esplosivi. Mercoledì sera due petardi sono stati lanciati contro le palazzine occupate, scatenando la rabbia degli occupanti che sono scesi in strada a protestare, tra urla, tensioni e caos. I migranti hanno lanciato bottiglie scandendo slogan contro i residenti. Divelta la segnaletica stradale di via Giordano Bruno, riversati cassonetti e danneggiate anche alcune auto in sosta. Secondo quanto si apprende, all’origine delle tensioni ci sarebbe una rissa avvenuta domenica scorsa al bar Sweet, quartier generale degli ultrà del Toro. Un ragazzo del Mali e la sua fidanzata, entrambi residenti al Moi, sono rimasti feriti. Il giovane è stato anche denunciato dagli agenti delle volanti per danneggiamento aggravato. Gli inquirenti sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo