img_big
News
Il presidente: “Pulizia degli alvei di dieci tra torrenti e fiumi è stata una scelta decisiva”

L’EMERGENZA. Chiamparino: “Apprensione per il disperso. Chiederemo stato di calamità”

Sono dispiaciuto e in apprensione per il disperso“. Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino al termine della visita con il premier Matteo Renzi alla centrale operativa della Protezione civile piemontese. “Ringrazio la Protezione civile – ha aggiunto Chiamparino -: dal punto di vista delle previsioni e della prevenzione il lavoro è stato eccellente e la scelta di celebrare i vent’anni dall’alluvione del 1994 non con un convegno ma con la pulizia degli alvei di dieci tra torrenti e fiumi è stata una scelta decisiva“. Faremo la richiesta di stato di calamità, a cominciare dalla valle Tanaro, dove ci sono persone evacuate, negozi, opifici e campi allagati. I danni sono già evidenti, la situazione è assai critica” ha ribadito il presidente Chiamparino, che sta seguendo l’evolversi dalla fortissima ondata di maltempo nella sala operativa della Protezione Civile regionale, a Torino. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo