img_big
News

L’INIZIATIVA Torino, il portinaio diventa “sociale” per integrare gli inquilini Atc

TORINO. Sarà un progetto pilota, per aiutare l’integrazione tra inquilini e favorire il rispetto delle regole. Nel complesso Ex Italgas tra corso Farini e via Faa’ di Bruno, nel quartiere Vanchiglia, arriva il portinaio sociale. O meglio “arrivano”. Saranno, infatti, due le persone che si occuperanno di fare da tramite tra l’Agenzia di corso Dante e le palazzine popolari. Il servizio di “portierato sociale” è affidato alla cooperativa Zenith, che a Torino lavora nel campo sociale con pazienti psichiatrici, disabili, comunità alloggio e mamme in difficoltà ed è stata scelta dall’Agenzia attraverso un bando pubblico che si è chiuso lo scorso mese di luglio.

L’idea è quella di mettere a disposizione degli abitanti un servizio che venga incontro alle esigenze dei più fragili, affiancando alle normali mansioni di portineria di condominio un aiuto concreto per chi si trova in difficoltà, favorendo i rapporti di buon vicinato, l’integrazione, il rispetto delle regole. I portinai sociali saranno i signori Walter e Antonio che ieri, nel corso di una conferenza stampa di presentazione del progetto sperimentale, si sono presentati agli inquilini. «Abbiamo deciso di attivare questo progetto – spiega il presidente Atc, Marcello Mazzù -, per rispondere alla richiesta del comitato inquilini dello stabile, dove in passato era già attiva una portineria. Ma come “padroni di casa sociali” l’esperimento ci interessa molto e potremmo pensare di esportarlo in altri quartieri».

La portineria avrà una postazione Internet, dove aiutare chi è in difficoltà con le nuove tecnologie a usare i servizi on-line oppure dare una mano a chi cerca lavoro e vuole preparare un curriculum. Per i bambini previsto anche un doposcuola.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo