img_big
News

GRANDI OPERE E LAVORO Il patto da 6 miliardi per rilanciare Torino

La cifra è così mirabolante da poter finanziare un vero e proprio “libro dei sogni”. Ma il sindaco di Torino Chiara Appendino e il presidente della Regione Sergio Chiamparino ci proveranno comunque a farsi finanziare quei 6 miliardi di investimenti contenuti nel dossier che verrà presentato lunedì prima di essere inviato al Governo. Un “patto” per Torino e per il Piemonte di cui già si parlava ai tempi di Mercedes Bresso e che era stato rilanciato nel corso dell’ultima visita del premier Matteo Renzi sotto la Mole.

Sul piatto c’è un po’ di tutto: grandi infrastrutture, innovazione, rilancio del comparto industriale e produttivo, politiche per il sociale. «L’ammontare delle risorse previste – si legge in un comunicato congiunto di Comune e Regione – è di circa 6 miliardi, di cui 600 milioni garantiti dai fondi europei già attribuiti alla Regione. Nei prossimi giorni proseguiranno i contatti a vari livelli – tecnici e politici – con l’esecutivo, per verificare le modalità e i tempi con cui arrivare alla stipula del patto». Per il momento, i fondi già garantiti per la nostra regione ammontano appunto a 600 milioni di euro, appena il 10% delle ambizioni di Appendino e Chiamparino. 

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo