img_big
Cronaca
Domenica prossima si decide chi affronterà Le Pen al secondo turno

CORSA PER L’ELISEO. Francia, Sarkozy rottamato alle primarie del centrodestra. Ora è sfida Fillon-Juppé

Nicolas Sarkozy è stato pesantemente battuto al primo turno delle primarie del centrodestra francese per le presidenziali e tra una settimana il secondo turno deciderà chi sarà il candidato dei Repubblicains per l’Eliseo, con una sfida tra due ex premier: Francois Fillon, che parte super-fravorito grazie all’exploit di ieri, e Alain Juppé, che ha già promesso di “continuare la lotta”. Per Fillon, ex premier durante il quinquennato di Sarkozy , (2007-2012), ieri è stato un plebiscito: a sorpresa ha ottenuto oltre il 44% dei voti. Domenica prossima conta di battere con facilità l’ex premier di Jacques Chirac, Alain Juppé, che si è fermato al 28,6% dei suffragi.

MOBILITATI QUATTRO MILIONI DI PARTECIPANTI 

Le primarie di ieri, le prime nella storia della destra francese, hanno mobilitato quasi quattro milioni di partecipanti, anche molti elettori che non votano alle politiche per i Républicains: una cosa che Sarkozy temeva, ma che ieri sera non è parso intenzionato a contestare, annunciando il suo ritiro dalla politica e il suo voto al ballottaggio per Fillon. In gioco ieri, d’altronde, c’era la prossima presidenza: chi vince domenica prossima sfiderà quasi certamente al secondo turno delle presidenziali, il 7 maggio 2017, la leader dell’estrema destra del Fronte nazionale Marine Le Pen. Il centrosinistra, infatti, sondaggi alla mano, rischierebbe fortemente una sconfitta al primo turno.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo