img_big
Spettacolo Tempo Libero
«In televisione mi sento a casa E con Sveva torno a sorridere»

INTERVISTA. Maria Mazza si confessa a CronacaQui parlando a tutto campo

Giurata di “Miss Italia”, attrice, sexy “dottores sa” di “Avanti un altro!” ma anche mamma premurosa e felice. La quarantunenne napoletana Maria Mazza, super tifosa del Napoli, racconta a CronacaQui di come sia cambiata la sua vita e quella del suo compagno Amedeo dopo la nascita della piccola Sveva e dei progetti futuri.

Maria, nel mese di settembre l’abbiamo vista tornare a “Miss Italia” tra i componenti della giuria. Per lei che esperienza è stata?

«Sono stata onorata e felice di essere contattata da Patrizia Mirigliani ed Elisa D’Ospina per far parte della giuria di ” Miss Italia”. Nel mese di maggio abbiamo iniziato a girare per il Paese in cerca delle ragazze curvy e a settembre ci siamo unite alla giuria tecnica a Jesolo, presieduta dalla regista Cinzia Th Torrini. Insieme abbiamo selezionato le 40 finaliste da far approdare in Tv e durante la finale, insieme alla giuria dello spettacolo, abbiamo eletto la nuova reginetta di bellezza 2016».

Cosa trova sia cambiato nel concorso dal 1996 anno in cui si è classificata terza e ha vinto la fascia di “Miss Eleganza”?

«Rispetto alla mia partecipazione sono state apportate diverse modifiche. Innanzitutto l’eliminazione delle misure e delle taglie che rappresenta un orgoglio per le donne. Finalmente possono partecipare proponendo un canone di bellezza diverso e portare avanti il messaggio più importante, ovvero, amarsi così come si è».

Dal 2012 al 2015 è stata la “dottoressa” della trasmissione di Canale 5 “Avanti un altro!”. Quali ricordi conserva di questa avventura?

«La porterò sempre nel mio cuore e resterà una seconda famiglia. Quando ho iniziato avevo da poco perso mio padre e stavo attraversando un momento buio. Grazie a loro, però, ho ritrovato il sorriso e la gioia, anche nel lavoro».

Dove affondano le sue radici di tifosa del Napoli?

«La mia famiglia di origine è napoletana ed è stato mio nonno Gennaro a trasmettermi l’amore per questa squadra. La prima partita che ho visto allo stadio è stata Roma- Napoli all’età di sei anni».

L’arte scorre nelle sue vene: ballerina, attrice, conduttrice. C’è un ruolo che maggiormente la rappresenta?

«In tv mi sento a casa, ci sono cresciuta e mi viene naturale. Quello di conduttrice è un vestito che mi sento calzare a pennello. La danza è stata il mio primo amore e come tale non si scorda mai. Ma da quando ho scoperto il teatro, da anni ormai, è diventato parte di me. Ogni sera col pubblico in sala mi sento viva e mi diverto».

Nel 2014 è diventata mamma di Sveva. Come è cambiata la sua vita?

«Ora ha un colore meraviglioso, quello di Sveva, una bimba di poco più di due anni con una sensibilità spiccata, una gioia di vivere immensa, simpatica e curiosa».

È una donna felice?

«Posso dire che Sveva mi ha aiutato a ritrovare il sorriso. Devo davvero tanto alla mia bambina».

Il 2017 cosa le riserverà?

«Tornerò a teatro. Debutterò a Napoli con la commedia “Il bello della diretta” di Lucio Pierri».

 

Condividi sui social:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo