img_big
News
Per ristrutturare il vecchio comando dei vigili del fuoco spesi 3,5 milioni

LUOGHI PERDUTI. «Via vai di tossici e barboni». L’ex caserma è un dormitorio

 Era stata ristrutturata nel 2000, ad una cifra pari a 3,5 milioni di euro, e poi mai utilizzata. Diventando nel 2010 un feudo degli antagonisti, poi cacciati in fretta e furia dagli ambulanti del mercato di Porta Palazzo e dalle forze dell’ordine. Oggi la vecchia caserma dei vigili del fuoco di corso Regina Margherita sembra un monumento al degrado, abbandonata e piena di rifiuti. Ma questi non sono certo gli unici problemi. La voce di un continuo via vai nei vecchi locali si è trasformata in realtà nelle scorse ore. «C’è gente che entra ed esce, sono tossici o forse barboni» racconta un residente. Parole confermate anche dal presidente della circoscrizione Sette, Luca Deri. «Purtroppo è tutto vero – racconta Deri -. Io stesso ho visto delle persone entrare da un piccolo varco». Un ingresso collocato sul lato di corso XI Febbraio, vicino al parcheggio multipiano. I tossici scavalcano, con fatica. Di solito entrano in due e uno sorregge l’altro. Ciò che si può vedere all’interno dell’antica sede del comando provinciale dei vigili del fuoco parla da solo. Rifiuti, siringhe e alcuni accessi aperti di recente. «Porteremo la situazione al comitato sicurezza – continua Deri . Ci manca ancora che i disperati si prendano pure quel complesso».

Il Comune, negli anni, ha provato a vendere (o anche a svendere) la caserma, tramite bandi. Con una svalutazione che ha superato in pochi anni la cifra di 4 milioni di euro. L’ultimo “prezzo base”, infatti, non ha superato i 3,9 milioni di euro. Così con il passare degli anni i soliti fantasmi di Aurora e Borgo Dora hanno buttato giù un piccolo cancello, riprendendosi quel terreno maledetto. E i sigilli saltati sono la dimostrazione che l’in cubo è tornato.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo