img_big
News
Ammontano a 15.365 i nuovi iscritti per l’Anno Accademico 2016/2017

NUMERI RECORD. L’Università di Torino continua a crescere

I dati sulle nuove immatricolazioni all’Università di Torino confermano un trend di continua crescita con un incremento rispetto all’Anno Accademico 2015/2106 dell’8,32 %. In totale i nuovi iscritti ai corsi di laurea triennali e a ciclo unico ammontano a 15.365 nuovi studenti, dato destinato a crescere, in quanto è possibile immatricolarsi con mora ai corsi di laurea dell’area umanistica e di informatica fino al 15 novembre e sono ancora in corso gli scorrimenti di graduatoria (i ripescaggi) per gli accessi programmati locali e nazionali in Medicina, Professioni sanitarie, Veterinaria e Scienze della Formazione Primaria (che ha aperto le immatricolazioni il 18 ottobre). 
 
AREA ECONOMICO-GIURIDICA, MATRICOLE IN CRESCITA
In particolare l’analisi dei dati evidenza una significativa crescita di nuove matricole per l’Area economico-giuridica con 3.630 immatricolati (+13,7%), per l’Area umanistica con 6.220 immatricolati (circa + 11%), seguita dall’Area scientifica 3853 (circa + 4,7%) immatricolati mentre rimane stabile l’Area Sanitaria con 1662 immatricolati. In dettaglio UniTo vede i maggiori incrementi nei Corsi di Studio in: area economica con +535 studenti (in gran parte a seguito dell’eliminazione del numero programmato); area linguistica con +196 studenti; innovazione sociale, comunicazione e nuove tecnologie +142 studenti (corsi di nuova attivazione); area informatica con +105 studenti; scienze naturali con +122 studenti ( effetto dell’eliminazione numero programmato). 

UNICO CALO IN TECNOLOGIE ALIMENTARI
Unico caso di rilievo di diminuzione delle iscrizioni si registra in Tecnologie alimentari con un calo di 174 studenti dovuto alla reintroduzione del numero programmato per carenza dei requisiti minimi. I principali fattori di variazione sono quindi da attribuire a: eliminazione/introduzione del numero programmato che ha spostato più di 700 studenti, per lo più di area economica aziendale o scientifica; introduzione di nuovi corsi di studio in area ICT, associata ad una nuova spinta delle preferenze ai CdS di area informatica; preferenze verso corsi di lingue straniere. Si rilevano crescite più modeste ma significative nei corsi di Matematica, Chimica, Fisica, Scienze della comunicazione e Scienze dell’educazione. 

CONFERMATI I NUMERI DELLO SCORSO ANNO
Gli altri corsi di studio vedono confermati sostanzialmente i numeri dello scorso anno: nelle loro varie articolazioni del diritto, scienze politiche e studi umanistici e di biologia e psicologia (che vede fermarsi la crescita degli anni passati). Altrettanto si potrà dire delle lauree sanitarie in genere. In questo ultimo caso i dati potrebbero ancora aumentare a seguito di ripescaggi dalle graduatorie nazionali della quinquennale , a numero programmato, a favore delle triennali. 
 
LA SODDISFAZIONE DEL RETTORE
I dati in continua e forte crescita” commenta il rettore Gianmaria Ajani “confermano l‘impegno dell’Ateneo a favore di percorsi didattici che ben si adattano ai cambiamenti sociali e del mondo del lavoro e ripagano dello sforzo compiuto per eliminare il numero programmato in molti corsi e garantire sempre di più accesso e diritto allo studio. Le nuove matricole hanno trovato nell’offerta formativa dell’Università di Torino una via di contatto e dialogo con le imprese più innovative, attive nei mercati internazionali e nelle scienze e tecnologie. Il significativo aumento di nuovi studenti e la buona risposta verso i corsi di nuova attivazione e in lingua inglese costituiscono una risposta positiva e concreta alla valutazione delle politiche sulla formazione e sulla didattica che abbiamo messo in atto”. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo