img_big
News
Camion tampona Lancia y nei pressi del casello di Beinasco: nulla da fare per il conducente del furgone

LUNEDI’ DI SANGUE. Schianto sull’autostrada Torino-Pinerolo: morto camionista, ferite due donne. LE FOTO

Schianto mortale sull’autostrada Torino-Pinerolo. E’ accaduto questo pomeriggio, poco dopo le 16, a circa mezzo chilometro dal casello di Beinasco, nei pressi della stazione di servizio Agipin direzione del capoluogo piemontese. Il conducente di un camion, per cause ancora in corso di accertamento – sulla dinamica dell’incidente sono al lavoro gli uomini della polizia stradale – ha perso il controllo del mezzo tamponando violentemente una Lancia Y, con a bordo una donna ed una giovane, riducendola in un ammasso di lamiere, prima di terminare la sua corsa andandosi a schiantare contro il palo di sostegno della cartellonistica stradale.

IL CAMIONISTA NON HA AVUTO SCAMPO
L’uomo a bordo del furgone non ha avuto scampo. E’ morto praticamente sul colpo. I vigili del fuoco – accorsi sul posto, insieme con l’elisoccorso del 118, la Croce Verde di Pinerolo, la Polstrada e l’Aci per il recupero dei mezzi incidentati – non hanno potuto fare altro che estrarne il cadavere dall’abitacolo del camion. A bordo della Lancia c’erano, come detto, una donna ed una ragazza di 30 anni, madre e figlia. Visibilmente sotto shock, le due sono state soccorse e trasportate al Cto di Torino, in codice giallo, con ferite multiple, traumi cranici e addominali. Le loro condizioni, secondo i “camici bianchi” del 118 che le hanno prese in cura prima di trasferirle nel nosocomio torinese, non sarebbero comunque gravi a tal punto da pregiudicarne la vita.

TRAFFICO E CODE SULL’AUTOSTRADA
Nulla da fare, come dicevamo, per il camionista
, il cui veicolo, dopo lo schianto, si è quasi “capottato”, rimanendo incastrato tra il guardrail e il palo della cartellonistica, con la parte anteriore sospesa, quasi in bilico, sulla parte esterna della sede autostradale. Il tratto autostradale teatro del drammatico incidente, è stato parzialmente chiuso al traffico per agevolare l’intervento dei soccorsi. Inevitabili i disagi e le code.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo