img_big
Cronaca
Primo cittadino rinviato a giudizio con accusa di lesioni colpose. Il 27 gennaio comparirà davanti al Giudice di pace

VACANZE E DENUNCIA. Turista di Pinerolo cade in bici a Diano Marina e trascina il sindaco a processo

Il sindaco di Diano Marina Giacomo Chiappori (Lega Nord) è stato rinviato a giudizio con l’accusa di lesioni colpose, in seguito alla denuncia di un turista di Pinerolo (Torino), che il 26 aprile del 2014 è caduto nel piccolo centro balneare della provincia di Imperia, dopo che la ruota della sua bici si è incastrata in un tombino. Al primo cittadino viene contestata la mancata vigilanza sul tombino, le cui grate erano state posizionate nel senso di marcia della bici e il prossimo 27 gennaio dovrà comparire davanti al Giudice di pace. “Qui siamo andati ben al di là dai confini della realtà – commenta Chiappori – qui siamo su Marte. Questi ragionamenti sono i colpi di coda di un sistema Italia che sta fallendo”. In difesa di Chiappori arriva anche l’attuale assessore alla Polizia Municipale, Luigi Basso: “E’ già stato chiaramente provato che il sindaco, la giunta e il consiglio, sono organi di indirizzo politico, che non c’entrano nulla con gli aspetti gestionali che spettano agli uffici”. Prosegue il primo cittadino: “Sono cinque anni che continuo a subire le peggiori eresie, pur svolgendo il mio ruolo di amministratore nella maniera più seria e ossequiosa dello Stato. A questo punto cosa dovrei fare? Vietare il transito delle bici in città?”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo