img_big
News
La reazione di un 35enne esasperato: «Ho già subito quattro furti»

RICERCATI ANCHE SUI SOCIAL. Le foto dei ladri su Facebook: «Se li vedete date l’allarme»

 Le sue telecamere hanno ripreso i due ladri che tentavano di scassinare la sua porta di casa e la loro immagine è finita su Facebook, per avvisare tutti del pericolo. «È già la quarta volta che i ladri mi fanno visita da quando abito qui. In una di queste mi hanno aperto il cancello e rubato la macchina.

In passato si sono addirittura presi delle cassette di cachi, che poi abbiamo trovato mangiucchiati poco distante da qui. Chi più chi meno tutti siamo sotto assedio dei malviventi. Ho comprato le telecamere, adesso mi prenderò anche dei cani».

È il racconto di Pietro, 35 anni sposato e padre di due bambini piccoli. La sua rabbia, comprensibile, è esplosa dopo che pochi giorni fa, intorno alle 20.30, alcuni malviventi hanno tentato di forzare la porta di ingresso con dei piedi di porco. Non ci sono riusciti e alla fine hanno desistito, allontanandosi. Pietro e il resto della sua famiglia non erano in casa in quel momento ma le videocamere di sicurezza installate all’ingresso dell’abitazione hanno immortalato tutto e le immagini sono state portate ai carabinieri di Avigliana e poi pubblicate da un conoscente sul gruppo Facebook dedicato alla città di Rivalta: «Se vedete questi tipi – è l’avviso – date l’allarme».

Fotogrammi che riassumono il senso di insicurezza che la gente vive. Reano è un paesino di nemmeno duemila anime tra la val Susa e Sangone. La maggior parte vive in abitazioni indipendenti, che, stando al racconto dell’uomo sembrano costantemente sotto tiro: «Alcune persone che abitano vicino a me spiega -, sono ormai rassegnate. Si sono ritrovati con le auto senza le gomme, per fare altri esempi. Ci vorrebbero magari delle telecamere agli ingressi del paese, così da filmare chi eventualmente circola con auto rubate o segnalate. Potrebbe essere un buon deterrente. L’altra sera non eravamo in casa, siamo tornati in tarda serata e quando siamo arrivati abbiamo visto la porta e lecancellate segnate. Controllando poi i filmati abbiamo avuto conferma di quello che sospettavamo. Speriamo che questi malviventi vengano presi, anche perchè è una situazione che non fa vivere sereni. Specie se sei padre di due bambini».

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo