img_big
News
Frode in commercio: operazione della Guardia di finanza. Sequestrati oltre 700 articoli “fuorilegge”

IL FATTO. Nichelino, vendeva strumenti musicali “high quality” ma erano contraffatti: denunciato

Vendeva strumenti musicali di “alta qualità”, ma in realtà, secondo gli investigatori, erano di materiale scadente e venivano importati dalla Cina. Il titolare di un noto negozio di via Cuneo a Nichelino (Torino), è stato denunciato per vendita di prodotti contraffatti e tentata frode in commercio dalla Guardia di finanza, che nel corso del blitz ha sequestrato più di 700 articoli “illeciti”. Oltre agli strumenti musicali, le Fiamme Gialle hanno anche scovato e sequestrato magliette e felpe di note band musicali (Ramones, Nirvana, ACDC, U2 e Linkin Park) a loro volta contraffatte. Il raggiro, secondo quanto accertato dai “baschi verdi”, era stato studiato nei particolari dal commerciante, con tanto di indicazione in lingua inglese “high quality” sugli strumenti “pirata”, il numero seriale di produzione sul cartellino, la provenienza europea del prodotto (risultavano, infatti, tutti “made in Europe“) e soprattutto il prezzo modico (un violino costava appena 85 euro, una chitarra 70 e un violoncello con custodia nemmeno 120 euro). Peccato che sugli imballaggi del fornitore, ben occultati dal commerciante, fosse indicato che gli strumenti musicali provenivano dal paese della Grande Muraglia. E che al posto dell’acero e del cedro fosse stato utilizzato compensato o balsa mentre acciaio, ottone ed alluminio avevano lasciato spazio a leghe leggere a base di ferro o zama. Insomma, per nulla di “alta qualità” come pure l’etichetta garantiva. Gli strumenti sequestrati dai militari della Finanza, sono stati ora affidati a un laboratorio specialistico per le analisi dei materiali.

 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo