img_big
Cronaca
Vittime a Cesana e Ladispoli, diversi i feriti. Sventrato un palazzo

EMERGENZA MALTEMPO Tromba d’aria nel Lazio: due morti. Toscana in ginocchio VIDEO

Case scoperchiate, ballatoi crollati, palazzi sventrati, alberi caduti e allagamenti. Una tromba d’aria ha flagellato in pochi minuti l’area nord di Roma causando due vittime e diversi feriti. Ladispoli, sul litorale, e Cesano vicino al lago di Bracciano sono le zone più colpite dal maltempo che da due giorni, ormai, sta mettendo in ginocchio mezza Italia. A Ladispoli, spazzato da un violento tornado che ha tirato giù le pareti di un palazzo in via di ristrutturazione un giovane pakistano è morto, colpito da cornicione staccatosi da una chiesa di via Ancona mentre camminava sul litorale. Ventidue, complessivamente, le persone rimaste ferite nel popoloso centro alle porte della Capitale ventuno delle quali sono state curate e dimesse, mentre un ferito grave è stato trasferito al San Filippo Neri dove è attualmente ricoverato. 


UNA TESTIMONE: UN VORTICE, POI LE MACERIE

Tanta, tanta paura: abbiamo sentito il vorticare del vento e quando è finito siamo usciti fuori e abbiamo visto il palazzo che era crollato“. E’ quanto racconta Teresa Marroni che, al momento della tromba d’aria che ha colpito ieri pomeriggio Ladispoli, era all’interno della sala espositiva comunale, dove è stata realizzata una mostra di presepi e articoli natalizi realizzati da artisti locali. “Saranno state le 4,30 – riferisce, mentre nella cittadina laziale soffia un vento gelido – aveva appena smesso di piovere e sono arrivati lampi, tuoni e un vento fortissimo. Io stavo per andare via, ma mia figlia mi ha telefonato e mi ha avvisato che sul mare, dalla parte dello stabilimento balnerare Columbia al centro di Ladispoli, stava arrivando una tromba d’aria e allora ci siamo chiusi dentro la sala tirando giù le saracinesche. Poi, abbiamo sentito un rumore terribile del vento: era chiaro che c’era la tromba d’aria che era sopra di noi e, dopo qualche minuto, siamo usciti e ci siamo trovati davanti il palazzo di via Ancona 122 che era mezzo crollato e, tra le macerie, si vedeva l’interno delle stanze. E’ stata una paura grande e purtroppo ci sono “scappati” pure due morti. Abbiamo avuto proprio tanta, tanta paura”. 

MORTO SCHIACCIATO DA UN ALBERO
A Cesano l’altra vittima: un 74enne è morto, schiacciato da un albero. L’uomo, un maresciallo dell’Esercito in pensione, si trovava in via Senio all’interno di un locale adibito a rimessa quando è stato travolto. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Cesano. Disagi anche alla stazione ferroviaria e danneggiata la caserma dei carabinieri. La Regione Lazio rende noto che “sono oltre 50 le squadre di Protezione civile regionale con oltre 200 volontari impegnati in questo momento per interventi dovuti ad allagamenti e caduta alberi. Gli interventi più importanti si sono registrati a Ladispoli, Morlupo, Bracciano e Roma, in particolare a Cesano, XV Municipio di Roma Capitale”. 


ANCHE LA TOSCANA COLPITA DAL MALTEMPO
Anche la Toscana è stata fortemente colpita dal maltempo dove è allerta arancione fino a domani: paura per l’Arno. Nelle zone terremotate danneggiata la tensostruttura adibita a scuola dell’infanzia ad Arli di Acquasanta Terme (Ascoli Piceno), uno dei comuni del sisma dove in 12 ore ancora 124 scosse, la più forte di magnitudo 3,8. Sparita un’opera del ‘600 dalla chiesa di Nottoria di Norcia (Perugia). Si tratta del Perdono di Assisi (1631) del pittore francese Jean Lhomme. Disagi in Sardegna. 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo