img
Sport
Il tecnico bianconero: “A Higuain non ho detto nulla prima della partita”

Juve, Allegri: “Vittoria importante ma il campionato è ancora lungo”

E’ una vittoria importante perché abbiamo vinto uno scontro diretto difficile contro una squadra che gioca un bellissimo calcio e importante perché teniamo il Napoli a meno 7 punti“. Interpreta così la vittoria della sua Juventus sul Napoli Massimiliano Allegri ai microfoni di Premium. “Abbiamo preso un gol evitabile ma i ragazzi sono stati bravi – aggiunge – Nel secondo tempo ci siamo presi dei rischi, abbiamo pressato alti e spesso rimanevamo uomo contro uomo dietro: una dimostrazione che i difensori che ho possono giocare a campo aperto contro tutti, senza bisogno di protezione. Essere al 100% tutto l’anno è impossibile, poi la squadra nella ripresa ha fatto meglio rispetto al primo tempo. Anche perché avevamo in campo più giocatori che strappano le partite come Cuadrado“. Come ha gestito Higuain? “Non gli ho detto niente, sapeva che avrebbe giocato e ha fatto una buona partita. Ha fatto il gol decisivo e ha fatto buone giocate, così come Mandzukic. Insieme sono stati bravi, sono contento della loro prestazione”. Pjanic in difficoltà? “Miralem nel primo tempo ha fatto bene sul piano difensivo e degli inserimenti. Nel secondo ha faticato di più, ha giocato tantissime partite, era un po’ in affanno ma solo per un debito d’ossigeno, non per un modulo non adatto a lui”, conclude Allegri che sulla corsa scudetto ricorda che domani “la Roma può arrivare a 2 punti. E’ una squadra che può ambire al titolo, così come il Napoli perché mancano ancora tantissimi punti”.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo