img_big
Rubriche Libri
IL LIBRO DEI BALTIMORE Nel romanzo di Joel Dicker torna Marcus Goldman

L’autore di “Harry Quebert” alle prese con nuovi segreti

Joel Dicker è un caso letterario, perché ben al di sotto dei trent’anni è divenuto un autore best seller in America e poi in Europa. E anche in Italia. Merito di quel “La verità sul caso Harry Quebert” che tre anni fa ha fatto anche discutere critici ed esperti. Lui, svizzero francofono che però scrive d e ll ‘ America, ammette candidamente che l’Italia ha rappresentato la sua grande fortuna, l’esplosione autentica del successo. Per una felice intuizione di Elisabetta Sgarbi che, non a caso, il giovane scrittore ha seguito anche a La Nave di Teseo.

È per la casa editrice ribelle a Mondazzoli, infatti, che esce il nuovo romanzo di Dicker, “Il libro dei Baltimore“. Una storia in cui ritroviamo Marcus Goldman, lo scrittore in crisi che nel libro precedente investigava sul passato e sul grande segreto di Harry Quebert, il suo maestro. Un personaggio che Dicker aveva creato forse immaginando un diverso destino per se stesso, visto che i suoi libri venivano costantemente respinti dagli editori. Non a caso, “Gli ultimi giorni dei nostri padri” ha visto la luce solo dopo quell’exploit in tutto il mondo.

Ora Dicker è davvero scrittore di successo, ma ammonisce tutti: «Marcus Goldman non sono io». Un classico, verrebbe da dire. In ogni caso, lo riutilizza, sempre nell’amb ien taz ione americana perché, dice, «mi piace mettere una distanza fra me e la mia storia. Perciò l’ambientazione americana, che è molto lontano da dove vivo».

Sul filo della memoria, ora Marcus deve ricostruire una storia famigliare, anzi di due famiglie: i Golman di Baltimore e i Goldman di Montclair. Marcus apparteneva a questi ultimi, famiglia della classe media del New Jersey, mentre quelli di Baltimore sono ricchi e vivono in una magnifica magione in un quartiere residenziale. E da piccoli, Marcus e i suoi cugini Hillel e Woody amavano di uno stesso e intenso amore Alexandra. Un’epoca felice di vacanze in Florida e negli Hamptons, della scuola, de ll’amicizia. Un’epo ca felice che nella memoria scolora, con l’amicizia che si incrina, fino al giorno della Tragedia, proprio così con la maiuscola.

D quel giorno Marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai Goldman di Baltimore? Qual è il loro inconfessabile segreto? E che ne è stato di Alexandra?

Richiamato a Baltimore da una telefonata di uno zio, Marcus Goldman inizia un nuovo viaggio nella memoria, una ricostruzione di una realtà che si cela sotto una patina brillante, e anche di quella indefinitezza che sempre accompagna l’adolescenza.


 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Giubileo - Casa funeraria
Precedente
Successivo
Precedente
Successivo