img_big
News

ILLESO Nichelino, esce di strada e precipita nel Sangone: caos in tangenziale per l’incidente al Tir

Nichelino. Gli è esploso uno pneumatico sulla tangenziale all’altezza di Stupinigi, direzione Milano, poco dopo aver caricato quintali di sacchi di sabbia, e con il suo Tir è volato giù dal viadotto schiantandosi nel letto del torrente Sangone. Ma, miracolosamente, è sopravvissuto. Lui, il conducente, è Silver Saia torinese di 48 anni. È stato soccorso da vigili del fuoco, soccorso alpino e 118 che dopo averlo estratto dalle lamiere l’hanno trasportato al Cto. Cosciente, parlava con i soccorritori muovendo braccia e gambe, segno che non ha subito lesioni gravissime. Non è in pericolo di vita. Dopo essere precipitato da circa sei – sette metri, se non è un miracolo ci manca poco.

Il fatto è accaduto ieri intorno alle 11.30 del mattino. Il camion stava viaggiando in prima corsia, quando giunto al ponte sul fiume, al confine tra Nichelino e Beinasco, è capitato l’imprevedibile. L’esplosione della gomma posteriore sinistra e l’impossibilità di domare il bisonte, che ha sfondato guardrail e parapetto, cadendo giù. A poca distanza da lui Mirko Inglese, sulla sua macchina, ha visto la scena e si è fermato subito: «Sono andato a vedere cosa fosse successo. Il conducente muoveva un braccio chiedendo aiuto, così ho telefonato subito al 115. Poi ho visto arrivare un’ambulanza e l’ho fermata perché potesse dare i primi soccorsi». La vettura della croce verde di Venaria stava portando una donna al San Luigi, ma vedendo il grave incidente e non avendo a bordo una paziente in situazione di urgenza si è bloccata di colpo, chiamando rinforzi. «Dopo un po’ ho visto che il conducente non muoveva più il braccio – ha raccontato Mirko Inglese -, pensavo fosse morto. Avevo il magone».

Sul posto sono arrivati in breve tempo la polstrada, che ora indaga sull’incidente, e i vigili del fuoco. Delicate le operazioni per recuperare il camionista incastrato tra le lamiere contorte. Per togliere il mezzo dal fiume ci è voluta l’autogru dei pompieri. Vista la dinamica di quanto successo è stata una fortuna che il camion viaggiasse nella prima corsia, altrimenti avrebbe potuto coinvolgere altri mezzi. Per le operazioni di recupero è stata chiusa una corsia della tangenziale, con disagi al traffico per un paio d’ore.

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo