img_big
Rubriche Tecnologia

LA RECENSIONE – LEGO Dimensions (Xbox 360, Xbox One, Ps3, Ps4, Wii U)

Ci è voluto un po’ (all’estero il gioco è disponibile già da qualche tempo) ma alla fine anche in Italia è possibile giocare con l’ultimo arrivato nel sempre più affollato mondo dei Toys-to-life. Dopo Activision con gli Skylanders, la Disney e Nintendo, ora tocca ai mattoncini Lego che scendono in campo con uno spiegamento di forze pazzesco, visto che la casa danese schiera tutti i personaggi di cui detiene i diritti: dai propri agli eroi DC, dal Signore degli Anelli a Ghostbusters, dai Simpson a Ritorno al Futuro e tanti altri ancora, alcuni già disponibili e altri in arrivo nei prossimi mesi, tra cui l’A-Team, ET e i Gremlins. Insomma, potrete vedere Batman che collabora con Gandalf e Homer e altri strani incroci, il tutto nel più classico stile dei giochi Lego, con il gameplay e l’humour che abbiamo imparato ad apprezzare ormai da anni.

 

Dimensions si iscrive quindi di diritto in quello che è forse l’unico vero nuovo genere di giochi inventato negli ultimi anni. Per chi non lo sapesse, in pratica si tratta di una “unione” tra mondo reale e virtuale, resa possibile grazie a un portale che si collega alla propria console. In pratica, si pongono sul portale le “statuine” dei personaggi che prendono così vita nel gioco. Inutile dire che questo significa anche una vera e propria caccia a tutti i personaggi, con la conseguente gioia dei produttori che possono vendere a genitori e nonni una lunga serie di “statuine” per completare la collezione dei giocatori. E in effetti cosa c’è di meglio degli iconici personaggi LEGO per un gioco del genere? I mattoncini danesi già godono di un fervido mercato di appassionati collezionisti, pronti a tutto pur di accaparrarsi i pezzi più rari e quindi questo Dimensions si inserisce alla perfezione nel mercato, creando un trait d’union tra chi ama il gioco virtuale e chi predilige le costruzioni manuali. Non a caso, anche lo stesso portale deve essere assemblato, così come alcuni dei mezzi a disposizione dei personaggi, nel corso dell’avventura, dovranno cambiare forma. Lo starter pack, in vendita a circa 80 euro, mette a disposizione Batman con la sua Batmobile, Gandalf e Wildstyle, oltre ovviamente al gioco e al portale. In commercio però ci sono già parecchi expansion pack, composti da uno o due personaggi e mezzi a seconda della tipologia. Pacchi che costano mediamente 25 euro: tenendo conto dell’enorme varietà del gioco di cui parlavamo all’inizio, potete farvi un’idea di cosa può significare volerli collezionare tutti. Per fortuna però gli sviluppatori di TT Games non hanno pensato solo alle tasche della Warner Bros, produttrice del gioco, ma anche a quelle delle famiglie dei giovani giocatori cui Dimensions è rivolto: per completare il gioco infatti sono sufficienti anche solo i personaggi iniziali, in quanto gli altri si possono “noleggiare” spendendo i crediti accumulati nel corso dell’avventura. Questo significa che se, ad esempio, per passare un determinato enigma avete per forza bisogno di Homer Simpson, potete farlo comparire nel gioco solo per il tempo necessario a superare l’ostacolo. Un bel risparmio, però volete mettere la soddisfazione di avere anche lui tra i vostri personaggi “fisici”?

 

La trama è piuttosto semplice, anche perché mettere insieme tutti questi universi così diversi tra loro è tutto tranne che facile e quindi l’unica soluzione possibile è quella di evitare intrecci troppi complicati. Il cattivo di turno è Lord Vortech, intenzionato a porre sotto il proprio dominio tutte le dimensioni LEGO, le quali però vedono turbato il proprio equilibrio e cominciano a collassare. I nostri tre eroi (appunto Batman, Gandalf e Wildstyle) dovranno quindi sconfiggere Lord Vortech, riportare ordine nelle dimensioni LEGO e salvare i loro amici, rapiti da Vortech, il quale nel corso dell’avventura cercherà l’alleanza con i cattivi delle varie dimensioni, come ad esempio il Jocker. Per riuscire nel loro compito, i nostri eroi cominceranno un lungo viaggio attraverso le varie dimensioni ed è qui che, di volta in volta, avranno bisogno dell’aiuto di diversi personaggi per completare il proprio team nel modo migliore.

 

Il gameplay di base resta quello che ormai abbiamo imparato a conoscere nelle innumerevoli incarnazioni del brand, con qualche piacevole variazione introdotta da un uso del portale più interattivo rispetto a quanto fatto dai diretti concorrenti. In LEGO Dimensions quindi dovremmo sfruttare le abilità e le capacità peculiari a ciascun personaggio per superare enigmi e puzzle che incontreremo di volta in volta. Nel corso dell’avventura sarà possibile raccogliere mattoni di vario colore, affrontare missioni secondarie e andare a caccia degli immancabili collezionabili. Con lo starter pack avrete accesso ai mondi relativi al Signore degli Anelli, all’universo DC e a LEGO Movie e solo comprando gli expansion pack relativi potrete entrare negli altri, assicurando al gioco una longevità spaventosa. Come detto però è possibile completare l’avventura principale senza spendere un centesimo in più. La novità è nell’uso interattivo del portale che non serve più solo per “trasportare” i personaggi nel gioco ma ne diventa un vero e proprio elemento: ad esempio, durante alcuni combattimenti sarà necessario spostare i personaggi fisici da una zona all’altra del portale, in modo che possa interagire con un vortice che invece compare solo a schermo. Seguire sequenze definite negli spostamenti dei personaggi sulle tre aree del portale (due possono ospitare tre personaggi a testa e un altro può stare in quella centrale) o posizionarli su una di esse invece che su un’altra per attivare effetti particolari sono solo alcuni dei comandi che dovremo imparare a impartire tramite il portale. E interattivi sono anche i mezzi: la Batmobile, ad esempio, nel più puro spirito Lego può essere smontata e rimontata in tre diverse configurazioni, ognuna delle quali riportata fedelmente a schermo.

 

Dal punto di vista del comparto tecnico, come era immaginabile, il gioco si assesta sui consueti livelli dei capitoli precedenti. Quindi molto buoni per quanto riguarda la grafica, con un occhio di riguardo per la realizzazione dei personaggi e delle animazioni. Da sottolineare anche lo sforzo compiuto per l’audio, con le musiche originali inserite ogni volta che è stato possibile e un buon doppiaggio in italiano.

 

LEGO Dimensions è un gioco prodotto da Warner Bros per Xbox 360, Xbox One, Playstation 3, Playstation 4 e Wii U. La versione utilizzata per la recensione è quella per Xbox One.

 

I VOTI

Gameplay 9

Grafica 8

Sonoro 8,5

Longevità 9

TOTALE 8,75

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo