img_big
News
La vittima è Lino Conte, un noto costruttore di San Mauro Torinese

TRAGEDIA SUL LAVORO Torino, l’impresario 83enne caduto dal ponteggio è morto per salvare il suo operaio

Un volo da cinque metri d’altezza e, per Lino Conte, uno dei più noti impresari di San Mauro Torinese, è stata la fine. È precipitato ieri mattina da un ponteggio in un cantiere a Torino, in via Viù, e la corsa in ospedale con un’ambulanza del 118 è stata inutile. Nonostante i continui tentativi per rianimarlo, per l’imprenditore ottantatreenne non c’è stato nulla da fare.

Il suo ultimo gesto, generoso, è stato quello di tentare di agguantare la mano del suo operaio, anche lui vittima della paurosa caduta. Forse proprio grazie a quel tentativo, che ha rallentato e attutito la caduta, Abdel Karim Soucri, di 47 anni, anche se ricoverato in gravi condizioni al San Giovanni Bosco, si salverà. Nonostante l’età avanzata, Conte, la cui impresa (la “Conte Costruzioni Edili”) ha realizzato decine di palazzi a San Mauro e nella zona nord di Torino, in verità non aveva mai smesso di lavorare.

La sua ditta era passata di mano, era stata intestata al figlio, ma Lino Conte quasi ogni giorno visitava i cantieri, «per dare una mano», diceva con umiltà. Ma i suoi operai sapevano bene che i suggerimenti del «signor Lino» erano preziosi per il loro lavoro.

Per «dare una mano», ieri mattina alle sette, Conte si è presentato in via Viù, dove la sua ditta aveva eseguito lavori edili in una palazzina di recente costruzione. Si trattava di smontare un piccolo ponteggio che sarebbe servito in un altro cantiere.

Nonostante la sua veneranda età, per aiutare Soucri, Conte è salito sul ponte con il dinamismo di un ragazzino.
 

CONTINUA A LEGGERE IL GIORNALE IN EDICOLA OGGI 

 

Condividi sui social:

Scopri inoltre...

Precedente
Successivo
Precedente
Successivo